gdf-finanza

NAPOLI – Era stato assunto come ausiliario del traffico ma, di fatto, era a disposizione del “capo” a cui forniva assidua assistenza, anche accompagnandolo con l’auto aziendale per esigenze private. In cambio gli sono state pagate, tra l’altro, numerose ore di straordinario per 410 servizi esterni risultati mai espletati.

Arresti domiciliari, notificati oggi dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Napoli, per Carlo Cecconi, amministratore unico della pro tempore società Napolipark, e per il suo diretto collaboratore Antonello Ercole, entrambi accusati di corruzione, truffa, falso ideologico e peculato. In sostanza, secondo gli accertamenti delle fiamme gialle, in poco più di un anno sono stati sottratti indebitamente circa 60mila euro.(Ansa)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments