francesco-della-corte

NAPOLI – 16 anni di reclusione. E’ la rischiesta fatta dal pm del tribunale dei Minori di Napoli a carico dei tre minori colpevoli dell’assassinio di Franco Della Corte, il vigilante 52 enne barabramente ucciso a bastonate la notte del 3 marzo dello scorso anno nella stazione di Piscinola.

I tre responsabili hanno 15, 16,17.

“Devono scontare la pena per intero”.

E’ la reazione del consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e dell’esponente del Sole che Ride e vigilante di professione Michele Onorato alla notizia della condanna a sedici anni e sei mesi dei componenti della gang che il 3 marzo 2018 aggredì il sorvegliante della stazione della metropolitana di Piscinola, provocandone la morte dodici giorni dopo.

“Questi delinquenti non devono usufruire di alcun tipo di sconto.

E’ giusto che restino in carcere fino all’ultimo giorno della loro condanna.

In modo che la loro carcerazione agisca da deterrente per chi abbia intenzione di emularli.

Quello che hanno fatto non ha alcun tipo di giustificazione. La barbarie di cui si resero protagonisti provocò la morte di un padre di famiglia che stava facendo il suo lavoro.

Non dimenticheremo mai la figura della vittima caduta per mano di questi giovani criminali, privi di ogni forma di umanità”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments