napoli-POLIZIA STADIO

NAPOLI – Scontri tra tifosi del Napoli e dell’Union Berlino si sono verificati nel quartiere di Fuorigrotta, a poca distanza dallo stadio Maradona, dove dalle
18.45 si gioca la partita di Champions League.

Le due tifoserie si sono affrontate e sono intervenute le forze di polizia.

La tensione resta però alta, anche in altre aree cittadine, da Piazza Municipio, dove la polizia è presente con diversi mezzi, tra cui quello dotato di idrante, a Piazza Garibaldi, dove molti tedeschi, che alloggiano negli alberghi della zona, sono stati fatti salire sui bus che li hanno portati alla Stazione Marittima e, da lì, allo stadio. Dalla stazione Marittima sono ora in movimento circa 300 tifosi dell’Union Berlino: i biglietti venduti ai tedeschi sono stati 2.380, il che significa che la maggior parte dei tifosi dell’Union si trovano in altre parti della città.

“Otto mesi fa il centro di Napoli veniva messo a ferro e fuoco dai tifosi dell’Eintracht Francoforte. Ieri sera, sempre nel cuore della nostra città, solo lo sforzo encomiabile delle nostre forze dell’ordine ha arginato la violenza dei sedicenti sostenitori dell’Union Berlino. Io mi domando: come siamo arrivati a questo? Com’è stato possibile che il nostro Ministero dell’Interno permettesse l’arrivo di questi folli? Perché non ha concordato nulla con le autorità tedesche? Perché solo a poche ore dalla partita arrivano quegli agenti che invece servirebbero sempre, per garantire una maggiore percezione e tutela della nostra sicurezza? Sono domande che giro al ministro Piantedosi, perché Napoli non può più vivere più momenti del genere”. Così in una nota Gennaro Acampora, capogruppo del Partito Democratico nel Consiglio Comunale di Napoli.(ANSA).

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments