NAPOLI – Traffico in tilt e strade dello shopping piene a Napoli nel sabato di bel tempo e temperatura mite in zona gialla.

Molti i problemi legati alla viabilità con lunghe code in via Marina in mattinata e per tutta la giornata nella zona di via Acton e in tutte le aree limitrofe interessate dalla chiusura della Galleria Vittoria, tutte zone su cui ha lavorato la polizia municipale per cercare di alleviare le difficoltà di chi era in auto.

Traffico anche nella zona di Corso Umberto per una protesta degli studenti universitari.

Ma anche a piedi migliaia di persone hanno affollato le vie dello shopping, da via Toledo al Vomero e in altre zone. Nel pomeriggio, prima della chiusura dei bar alle 18, diversi gruppi di giovani hanno invece affollato le zone della movida, come Piazza Bellini, per un aperitivo del venerdì, come ai tempi precovid, ma pomeridiano e prima della chiusura e del coprifuoco.

“Live, via Bisignano 17:30 sabato 30 gennaio 2021”. A postare questo video divenuto virale in poche ore la pagina Facebook “Comitato Chiaia Viva e Vivibile”.

“Non stupiamoci – scrivono gli amministratori della pagina- però se poi saremo costretti a nuove misure restrittive per la salvaguardia della salute pubblica. Eh no! Quelli che fuori un bar mangiano e bevono, ovviamente, senza la mascherina non si possono paragonare a quanti fanno la fila all’ufficio postale o sono in strada a guardare le vetrine. La discriminante? Primo, la mascherina, secondo la necessità (per chi vuole socializzare fuori un bar) di assembrarsi per definizione”.

https://www.facebook.com/ComitatoChiaiaVivaeVivibile/videos/1143580299432936

E tra le follie di un sabato sopra le righe anche una festa di matrimonio.

Si sono sposati e hanno pensato di festeggiare e di andare al ristorante insieme agli invitati ma la cerimonia è stata interrotta dall’arrivo dei Carabinieri.

I militari della stazione di Forio d’Ischia insieme al nucleo radiomobile della locale compagnia – allertati dal 112 – sono intervenuti ieri sera in un ristorante del comune dell’isola e hanno trovato gli sposi e 17 commensali.

Tutti sono stati identificati e sanzionati per aver violato le norme anti contagio per il contenimento del fenomeno epidemico.

Stessa sorte per il titolare del ristorante, per lui – rendono noto i Carabinieri – anche la chiusura temporanea dell’attività.

I carabinieri della Compagnia carabinieri Napoli Vomero – su disposizione del Comando Provinciale di Napoli – hanno setacciato le strade della movida napoletana. Durante la notte appena trascorsa i militari dell’arma insieme a quelli del Reggimento Campania hanno setacciato le strade e i vicoli del quartiere. Durante le operazioni hanno sanzionato per le normative anti covid 44 persone per un importo complessivo di più di 12mila euro.

Tutti ragazzi trovati in strada senza un valido motivo previsto dalle normative anti contagio o perché senza la prevista mascherina.

I Carabinieri della compagnia del Vomero hanno identificato 172 persone – di questi 31 pregiudicati – ed effettuato in totale 39 perquisizioni. Sono state 5 le persone segnalate alla prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti e 4 i veicoli sequestrati.

“Sono giunte nuove segnalazioni di feste organizzate dai ragazzi stranieri dell’Erasmus senza il minimo rispetto delle norme anti-Covid.

Un fenomeno che, a dire il vero, non è mai cessato e che sta prepotentemente tornando in auge. In particolare, sembra che alcuni di questi ragazzi abbiano trovato ospitalità per il loro Covid-party in un locale a via Miracoli con il supporto di alcuni giovani extra comunitari di origine dominicana che organizzano gli eventi.

Dalle immagini recuperate è possibile notare giovani ammassati che ballano senza mascherine e, ovviamente, senza il rispetto delle distanze di sicurezza fino a tarda notte e, comunque, oltre l’orario consentito. Altro punto di riferimento sembra essere una abitazione in via Mario Pagano dove accade la stessa cosa. Ingressi riservati solo a chi ha contatti con gli organizzatori e raccomandazioni di non fare riprese con i cellulari.

Ho chiesto alle forze dell’ordine di verificare con la massima urgenza queste segnalazioni per impedire il prosieguo di un’attività che ha gravi ripercussioni sulla salute pubblica. C’è da rimanere sconcertati sul fatto che questi ragazzi non abbiano il minimo senso della pericolosità con la quale il virus continua a circolare. Un menefreghismo inaccettabile per una comunità come la nostra che sta facendo enormi sacrifici economici, organizzativi e che ha pagato un severo tributo in termini di vite umane”. Queste le parole del consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli, che ha ricevuto le video denunce.

https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/172762050902807

Non si arresta la risalita dei casi di contagio da Covid-19 a Torre del Greco (Napoli), dove nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 22 nuovi positivi al tampone. A comunicarlo è il sindaco della città vesuviana Giovanni Palomba al termine del consueto aggiornamento presso il Centro operativo comunale.

Sentite Asl Napoli 3 Sud e unità di crisi regionale, il primo cittadino ha fatto sapere che nello stesso arco di tempo non sono state accertate guarigioni tra i precedentemente contagiati.

Dati questi che portano il numero degli attuali positivi a Torre del Greco a quota 439, di cui 23 risultano ospedalizzati. Un sensibile aumento, visto che appena una settimana prima i casi attivi in città risultavano essere 346.

Erano in strada dopo le 22, ora in cui scatta il coprifuoco, o senza mascherina. In 44 – tutti ragazzi – sono stati sorpresi nel pieno della movida nel quartiere Vomero a Napoli dai Carabinieri della locale compagnia entrati in azione su disposizione del comando provinciale.

I militari hanno passato al setaccio le strade della movida napoletana durante la notte appena trascorsa. Particolare attenzione strade e i vicoli del quartiere collinare; 44 le multe per violazione delle normative anti covid 44 persone per un importo complessivo di più di 12mila euro.
I Carabinieri hanno identificato 172 persone – di questi 31 pregiudicati – ed effettuato in totale 39 perquisizioni. Sono state 5 le persone segnalate alla prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti e 4 i veicoli sequestrati.Ieri sera gli agenti del Commissariato San Ferdinando hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nella zona dei “baretti” e delle vicine vie dello shopping dove hanno identificato 34 persone sanzionandone 8 per inottemperanza alle misure anti Covid-19 poiché non indossavano la mascherina e hanno contestato 2 violazioni del Codice della Strada per divieto di sosta.
Inoltre, in via Bisignano un giovane in evidente stato di alterazione ha insultato i poliziotti che lo avevano invitato ad osservare il distanziamento sociale e, durante il controllo, ha rifiutato di fornire le proprie generalità ed ha spintonato gli operatori cercando di darsi alla fuga.
L’uomo, un 23enne napoletano, è stato denunciato per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale, sanzionato per ubriachezza molesta e per inottemperanza alle misure anti Covid-19. (ANSA).

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments