ACERRA – “Mercoledì pomeriggio ci siamo recati presso il termovalorizzatore di Acerra per un nuovo sopralluogo. Proprio nella notta sono tornate in funzione le altre due linee, riportando l’impianto a regime con cinque giorni di anticipo rispetto al cronoprogramma stilato per le operazioni di manutenzione straordinaria. Dai controlli è emerso che la turbina non ha alcun tipo di problema e che le attività all’interno del termovalorizzatore possono riprendere a pieno ritmo. La prossima serie di controlli avverrà tra tre anni, nel 2022”. Lo rendono noto il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, il vicesindaco di Pozzuoli Fiorella Zabatta, il portavoce regionale del Sole che Ride Vincenzo Peretti, il capogruppo dei Verdi al Comune di Napoli Stefano Buono e il professore Luigi Esposito che hanno effettuato un nuovo sopralluogo presso il termovalorizzatore nella giornata di mercoledì. “Abbiamo seguito con la massima attenzione – proseguono – le vicende relative alla manutenzione straordinaria del termovalorizzatore in quanto occorreva procedere in maniera efficace e celere per evitare l’insorgere di una nuova emergenza rifiuti. A tal proposito possiamo affermare che tutto è andato nel verso giusto, anche grazie all’efficace coordinamento tra i vari livelli istituzionali. La Regione Campania, grazie all’opera dell’assessore all’Ambiente Fulvio Bonavitacola, e i comuni hanno attuato un piano che ha evitato l’insorgere di alcun tipo di criticità. Chiuso il capitolo della manutenzione del termovalorizzatore è il momento di procedere con la creazione dei nuovi impianti di compostaggio per implementare ulteriormente i livelli della raccolta differenziata per avere un ciclo dei rifiuti sempre più virtuoso”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments