NAPOLI – In occasione dell’importante appuntamento con la Giornata del Contemporaneo, promossa ogni anno da AMACI – Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani e giunta alla sua XVIII edizione, anche la Direzione regionale Musei Campania presenterà, come di consueto, un calendario ricco di eventi.

Si comincerà già dal giorno prima, venerdì 7 ottobre, quando a Castel Sant’Elmo, si avvierà in mattinata, insieme Gian Maria Tosatti,  l’artista che rappresenta l’Italia alla Biennale di Venezia, e in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Napoli, il percorso di restauro dell’opera “My dreams, they’ll never surrender, vincitrice nel 2014 della III edizione del Concorso “Un’Opera per il Castello”, che Tosatti, direttore artistico della Quadriennale di Roma, ha realizzato all’interno della grande Cisterna del Castello. Il restauro, diretto dall’artista e dai suoi collaboratori, sarà svolto insieme agli allievi dell’Accademia di Napoli e verrà presentato il prossimo 29 ottobre.

Dalle ore 16.00, in conclusione della prima giornata di restauro, si svolgerà nell’Auditorium sulla Piazza d’armi di Castel Sant’Elmo un incontro con Tosatti, che racconterà ai presenti e agli allievi dell’Accademia il processo che ha portato all’opera My dreams, they’ll never surrender” e il suo significato filosofico e sociale, nella cornice del suo lavoro complessivo. L’incontro è aperto al pubblico e saranno presenti Marta Ragozzino, Direttrice regionale Musei Campania, Renato Lori, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, Giovanna Cassese, Coordinatore della Scuola di Restauro -Accademia di Belle Arti di Napoli, Gabriella Russo, docente di Restauro dei manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti, Claudia Borrelli, storica e critica d’arte, che dialogheranno con l’artista.

 

 

Sabato 8 ottobre a Castel Sant’Elmo sarà aperto gratuitamente il museo Novecento a Napoli che dal 2010 raccoglie, espone e illustra, in un serrato percorso culturale, le opere e gli avvenimenti storico-artistici di Napoli in relazione con i movimenti e le poetiche di riferimento nazionale, in un punto simbolico della città, Castel Sant’Elmo, la cui vocazione al contemporaneo nasce nel 2003, anno dal quale entra a far parte dei musei associati AMACI.

Inoltre, sarà possibile visitare la mostra di Ferruccio Orioli, Fortezza Europa, a cura di Anna Maria Romano e Claudia Borrelli, nata da un’idea di Marta Ragozzino, che ripropone con un nuovo allestimento nella chiesa e sagrestia di Sant’Erasmo a Castel Sant’Elmo le opere realizzate in occasione di tre precedenti esposizioni –  tra il 2018 e il 2021 – incentrate sui temi delle barriere tra gli stati, delle migrazioni e delle conseguenze che hanno sulle persone.  Contenuti ancora più attuali in questo momento storico, manifestazioni di un’epoca complessa, segnata da grandi disuguaglianze economiche e sociali, aggravate dalle conseguenze della pandemia e delle guerre, dove tutti siamo coinvolti in quanto abitanti di un mondo sempre più connesso. La mostra è stata prorogata fino al 30 novembre 2022.

Sarà anche possibile visitare gratuitamente Villa Pignatelli-Casa della fotografia, che ospita la mostra Down to Earth” del fotografo e regista Denis Piel, realizzata in collaborazione con la Direzione regionale Musei Campania e a cura di Maria Savarese.

Un evento che vuole essere un omaggio alla città partenopea in una sede prestigiosa, Villa Pignatelli, che dal 2010 ospita nella Casa della fotografia – al primo piano della villa neoclassica – mostre internazionali di riconosciuti interpreti della fotografia e manifestazioni dedicate ai temi e ai linguaggi della fotografia contemporanea. Le opere, che si ispirano all’agricoltura biologica sostenibile e rigenerativa praticata ne Les Jardins du Château de Padiès, ritraggono il mondo naturale, rivisitando la mitologia classica e creando echi con la storia dell’arte occidentale di fine Ottocento e inizio Novecento.

Anche  il Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano, in collaborazione con il Comune di Pontecagnano Faiano e le Associazione Artéclaté e Paesaggi Narranti, partecipa alla Giornata del Contemporaneo con l’ingresso gratuito al museo e una visita guidata alle opere d’arte contemporanea del MAP, con l’obiettivo di avvicinare i visitatori alla conoscenza del contemporaneo, stimolando la riflessione sull’interazione tra attualità dell’arte antica e impulso innovativo delle esperienze artistiche odierne.

La visita approfondirà il dialogo tra archeologia e arte contemporanea, iniziato al Museo degli “Etruschi di frontiera” nel 2013 con la Rassegna “Contemporaneamente Museo” e proseguito con mostre, happening e nuove acquisizioni, consentendo ai partecipanti di guardare l’antico con gli occhi del presente. Il pubblico potrà soffermarsi sulle opere di Pietro Lista, “Cavallo” (1975) e “Senza titolo” (2016), sull’installazione di Perino&Vele “The Big Archive” (2016), sull’opera collettiva “Matres – Donne di terra Donne di fuoco” (2015) delle artiste ceramiste di Pandora, sulla scultura multimaterica di Franco Anfuso “A Gianni” (2018).

 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments