NAPOLI – Dopo il prestigioso riconoscimento come museo della rete dell’acqua Unesco, il Lapis Museum – Museo dell’Acqua di Napoli conquista un altro primato: è la location scelta da Don Backy per il primo “duetto” del suo brano più famoso, L’immensità. Il cantautore ha infatti girato nei giorni scorsi il video di una nuova versione della canzone, per la prima volta insieme al gruppo The Super 4, nel suggestivo scenario delle cavità sotterranee della Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta.

Il video è stato realizzato tra vasche e infografiche del Museo dell’Acqua, che dallo scorso giugno fa parte del Global Network of Water Museums dell’Unesco, primo di una grande città del Sud Italia.
Il video nel Lapis Museum – Museo dell’Acqua di Napoli è stato realizzato con la collaborazione di Aurelio Fierro jr ed Edo Faiella, dell’avvocato Ermanno Restucci, del Polo Culturale della Pietrasanta, della onlus Un Raggio di sole nel solco di Lory, della DGM Promotion e Beauty Queen.

L’immensità fu scritta da Don Backy con Mogol e presentata con Johnny Dorelli al Festival di Sanremo nel 1967. È da allora un grande successo commerciale: è stata cantata o anche incisa in diverse versioni da cantanti come Mina, Milva, Francesco Renga, Gianna Nannini, Il Volo, Rita Pavone e Gainni Morandi. È stata tradotta anche in spagnolo, bulgaro e ucraino.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments