PORTICI – In occasione, domani 27 gennaio della “Giornata della Memoria”, Villa Fernandes – Bene Comune apre le porte di Via Diaz n. 144 a Portici, agli studenti degli Istituti comprensivi del territorio, per ricordare il dramma dell’Olocausto e permettere di approfondire gli aspetti storici connessi, con le conseguenti riflessioni.

A organizzare gli incontri, la cooperativa Seme di Pace con un “Viaggio per ricordare…” attraverso Laboratori Esperienziali che coinvolgeranno gli studenti, in collaborazione con l’associazione culturale TellsItaly: “Abbiamo deciso di coinvolgere soprattutto i ragazzini delle scuole primarie e secondarie perché è dai più piccoli che bisogna iniziare ad insegnare il valore della Memoria, attraverso l’esperienza del racconto e dei laboratori, così da coinvolgergli e iniziare a creare in loro una mente critica rispetto alla storia“, spiega la presidente di Seme di Pace, Luisa Annibale, “E domani parleremo anche di tutte le oppressioni che ci affliggono, comprese quelle della criminalità organizzata“. La stessa Villa è un luogo che mischia la sua storia a quella della città di Portici e che oggi è un bene di tutta la cittadinanza: è comune, è di tutti ma, soprattutto, non è più della camorra.

Ricordare per non dimenticare e per non ripetere.

I laboratori si terranno dalle ore 9 alle 13 e comprenderanno la visita guidata all’interno di Villa Fernandes – Bene Comune confiscato alla camorra e i Laboratori sul tema della Shoah.

La visita sarà un’occasione per ricordare che le oppressioni nel mondo sono tutt’altro che superate, ma con l’impegno, la dedizione e la passione è possibile riappropriarsi di ciò che ci è stato tolto per restituirlo alla cittadinanza perché possa essere destinato a fare e ad essere comunità. 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments