Teatro di San Carlo, Napoli

NAPOLI – Al Teatro San Carlo il “Premio al merito civico 2023” della Regione Campania per la solidarietà e l’inclusione delle persone con disabilità.

La targa sarà consegnata domani venerdì 1 dicembre dalle ore 10 presso l’Auditorium della Regione Campania Isola C3, Centro Direzionale di Napoli alla presenza dell’Avvocato Paolo Colombo, Garante dei diritti dei disabili della Regione Campania, e Gennaro Oliviero Presidente del Consiglio Regionale della Campania.

“Questo riconoscimento così importante nella giornata internazionale della disabilità – afferma il Sovrintendente Stéphane Lissner – sottolinea l’impegno costante e la dedizione del nostro Teatro nel creare un ambiente artistico accessibile e accogliente per tutti i membri della comunità implementando percorsi ducativi sempre più inclusivi, come quello del progetto Il Museo del Teatro di San Carlo: accessibilità e inclusione, che guarda al futuro della progettazione culturale grazie all’implementazione delle tecnologie innovative applicate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, con una visione sempre più orientata all’abbattimento delle barriere non solo fisiche ma anche cognitive e sensoriali, per una concreta attuazione del diritto di accesso per tutti ai luoghi della cultura, comprese le persone con disabilità e in particolare dei visitatori ciechi e  ipovedenti, nel rispetto degli standard di qualità dei servizi museali regionali”.

ll MeMus ha programmato in un precedente progetto realizzato nel 2020/2021 l’avvio della propria trasformazione radicale in Museo totalmente accessibile ed inclusivo, a partire dalla creazione di pannelli storici e di segnaletica orientativa con traduzione in lingua Braille.

Con la seconda fase del progetto, condotta nel 2021/2022, ha quindi inteso ampliare l’accessibilità del suo patrimonio storico artistico attraverso nuovi e più specifici progetti di inclusione e diffusione in collaborazione con istituzioni e associazioni che da tempo lavorano ad una fruizione ampliata del patrimonio, con particolare attenzione ai visitatori ciechi e ipovedenti. Pertanto è stata avviata una proficua collaborazione con la rete “Campania tra le mani” e con “il Libro Parlato” dell’UIC, con esperti di Lingua LIS per sordi, con esperti e con varie istituzioni specializzate del territorio e a livello nazionale.

Ai due precedenti, ha fatto seguito un terzo intervento del progetto di accessibilità e inclusione del MeMus, condotto nel 2022, che ha consentito di potenziare ulteriormente l’accessibilità e la diffusione del patrimonio attraverso strumenti didattici e divulgativi di grande attualità ed efficacia, grazie alla creazione di strumenti didattici e divulgativi del patrimonio e più in generale dell’opera in musica a bambini e ragazzi, in particolar modo inglobando giovani con disabilità e problemi di inclusione sociale.

Il Teatro di San Carlo ringrazia la Regione Campania per questo premio significativo e rinnova il suo impegno a promuovere un’arte inclusiva e accessibile a tutti.

 

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments