NAPOLI – Dopo l’inaugurazione della mostra di Francesco CitoL’ISOLA AL DI LA’ DAL MARE” (aperta al pubblico fino al 30 dicembre) cominciano gli incontri de “Il Sabato della fotografia”. La settima edizione della rassegna curata da Pino Miraglia presenta il primo appuntamento in Sala Assoli. Sabato 26 novembre alle ore 10,30 nello spazio napoletano di Casa del Contemporaneo Francesco Cito e la photoeditor Manuela Fugenzi parleranno della fotografia di guerra.

Sette gli incontri previsti in questa edizione: si affronterà il reportage di guerra con Francesco Cito e Manuela Fugenzi; la fotografia di moda con Manuela Kalì; quella sociale con Mario Spada e Valentina Tamborra; la narrazione visiva del territorio con il discorso multimediale di Raffaela Mariniello. In programma anche un incontro collettivo con alcuni giovani autori che usano la fotografia per esprimere il proprio pensiero e la presentazione di “Ritus” un libro che raccoglie le foto del percorso espositivo di Sala Assoli di queste ultime due edizioni.

 

“Il sabato della fotografia”, è un ciclo di incontri sul linguaggio fotografico e sulla cultura visiva anche in relazione con altri linguaggi artistici. Offre appuntamenti – tutti a ingresso gratuito – con i protagonisti della fotografia italiana che si pongono l’obiettivo di trasmettere esperienze e conoscenze ai giovani e a quanti si interessano di fotografia e arte. E promuove giovani fotografi che mai come in questo momento storico stanno definendo nuovi confini e rinnovate narrazioni visive.

 

La rassegna è nata nel 2013 come attività di “Movimenti per la fotografia”, è prodotta da Casa del Contemporaneo e realizzata precedentemente in collaborazione con diverse realtà culturali italiane (casa editrice POSTCARD, casa editrice IEMME, Ass. Culturale 180° Meridiano, Spazio NEA) e con il patrocinio di Enti e Istituzioni (MAV – Museo Archeologico Virtuale di Ercolano; Comune di Napoli; Presidenza del consiglio – Dipartimento giovani).

La mostra di Cito è il primo appuntamento del progetto “Riti”, un percorso espositivo, legato da un comune denominatore, che occuperanno lo spazio espositivo di Sala Assoli per la stagione 2022/2023.

4 percorsi visivi, piccoli affondi che vanno a indagare il rito e la ritualità in vari contesti della nostra contemporaneità. Il rapporto con la fede, la natura, gli animali, il teatro.

 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments