Ancora una consacrazione artistica per Mila Maraniello che, dopo i consensi ottenuti alla Pinacoteca Patiniana con la sua digital art, prolunga la presenza a Castel di Sangro portando le opere della sua mostra “MyAr”- “Napoli, Mystica et Arcana” nella storica struttura “Il Lavatoio”. Aperta dal 16 dicembre fino al 7 gennaio 2024 e inserita nel programma degli eventi natalizi voluti dall’amministrazione locale, l’esposizione sarà visitabile tutti i giorni dalle 15.30 alle 19.30.

Con il patrocinio del Comune di Castel di Sangro e della Proloco e con l’attivo interessamento dell’assessore, Enia Acconcia, la mostra che ha come direttore artistico il giornalista e critico Giuseppe Giorgio, anche nella storica dimora abruzzese in provincia dell’Aquila porrà al cospetto del pubblico le diciassette opere digitali della Maraniello ispirate a quei personaggi legati a una Napoli esoterica e misteriosa. Ispirata a quelle figure scaturite da una Napoli segreta e arcana, tra munacielli, negromanti, fantasmi e storie maledette di sangue e tradimento, le opere della Maraniello anche al “Lavatoio” per i “Xmas- Events”, evidenzieranno tutta la filosofia di presenze mistiche. Così, grazie ai suoi introspettivi tocchi sulla tavoletta grafica, l’abile digital artist sempre più apprezzata in giro per l’Italia, conferma nuovamente la sua voglia di difendere le tracce di tempi lontani e di antiche identità culturali. In equilibrio tra il passato e il presente, storia e leggenda, le grafiche in esposizione a Castel di Sangro fino a dopo la Befana continueranno ad elevare le profondità di una Napoli millenaria intrisa di leggenda e da sempre legata a doppio filo con l’aldilà. 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments