NAPOLI – Sabato 21 gennaio, alle ore 11, nella Chiesa dei Santi Demetrio e Bonifacio a Napoli, ci sarà la presentazione dell’edizione critica delle opere di Andrea Falconieri, edita da Pizzicato Verlag Helvetia, curata da Concetta Pellegrino, musicologa ed esperta di musica antica. Insieme alla curatrice sarà presente Dinko Fabris , musicologo e responsabile scientifico del Dipartimento di Ricerca, Editoria e Comunicazione del Teatro San Carlo di Napoli, nonché autore della biografia di Andrea Falconieri (Andrea Falconieri napoletano. Un liutista compositore del Seicento, Edizioni Torre d’Orfeo, 1987); per Pizzicato Verlag Helvetia interverranno Sigrid Leimgruber , responsabile amministrativo della casa editrice, Francesco Gorio , direttore editoriale e Olga Laudonia , docente di Storia della Musica presso il Conservatorio di Cosenza ed executive editor. Moderatore il critico musicale e direttore d’orchestra Dario Ascoli.
I tre volumi raccolgono tutta la musica vocale di Andrea Falconieri, musicista napoletano più noto per la sua musica strumentale (di cui la Pellegrino ha curato l’edizione critica nel 2004 per Ut Orpheus). Si tratta di una raccolta di villanelle e due raccolte di brevi brani vocali che Falconieri intitola con il generico termine Musiche, a una o più voci, tutte
stampate tra il 1616 e il 1619, periodo in cui la villanella napoletana era ormai giunta al suo declino: ben poco rimaneva dell’originale forma popolaresca dialettale, avendo essa assunto, nel corso degli anni, le caratteristiche dello stile moderno che contraddistingue la musica del primo barocco. La presentazione sarà allietata dalla presenza dell’Ensemble vocale «La vaga Aurora», diretto dal maestro Rosario Peluso, che eseguirà alcuni brani tratti dalle raccolte.
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments