SOLOFRA – L’emergenza sanitaria da Covid che da oltre un anno incombe su tutti noi ha limitato fortemente le opportunità ludiche e ricreative alterando la condizione di stress sia dei genitori che dei figli.

È da questa condizione di forte disagio che, al fine di ridurre i danni educativi e psicologici prodotti dal prolungato isolamento, la Fondazione De Chiara-De Maio, in collaborazione con la Scuola Paritaria “ECS G. Cipolletti” di Avellino-Montoro, con l’ITE di Avellino e con il patrocinio dell’UNIC e dell’Ufficio Scolastico della Provincia di Avellino, ha attivato il progetto: “Niente ansia da Covid-19… ripartiamo dalla musica e dall’arte per il benessere: un progetto emboided cognition oriented per l’infanzia e l’adolescenza”.

Il progetto, utilizzando il modello della Emboided Cognition, ha creato un percorso laboratoriale integrato (online e in presenza) di musica ed arte per ridurre i livelli di stress e di ansia nei minori.

La stesura del progetto e il monitoraggio delle attività sono stati curati della Cattedra di Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione del Dipartimento di Medicina, Chirurgia, Odontoiatria “Scuola Medica Salernitana” dell’Università di Salerno, che ha anche patrocinato il progetto.

A termine delle attività è poi stato prodotto un volume con la stesura di vari saggi da parte di esperti nel settore e da coloro che hanno condotto le attività.

La presentazione del volume avverrà nel corso della manifestazione omonima, che si terrà Sabato 12 giugno alle ore 18.30 presso l’opificio industriale DMD di Solofra.

La manifestazione sarà aperta da un intervento musicale a cura dei Maestri Luigi Gagliardi e Aldo Botta a cui seguirà una tavola rotonda di presentazione sia dei principali risultati del progetto sia del volume. Chiuderanno la serata i bambini che hanno partecipato al progetto, con la presentazione dei lavori prodotti durante il percorso laboratoriale artistico e con una esibizione di body percussion, naturale completamento del percorso laboratoriale musicale.

Nell’arco della serata si potrà ammirare il dipinto in esposizione di Antiveduto Gramatica “Mosè salvato dalle acque”, che è stato oggetto di riflessione e di studio da parte dei bambini.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments