NAPOLI – Il 29 dicembre Roberto Colella chiuderà “Il Canto di Partenope”, il festival musicale che omaggia la storia della musica napoletana tra passato e presente, organizzato da Callysto Aps.

“Il canto di Partenope”, ha iniziato il suo viaggio con il sold out dei Neri Per Caso. Il 29 dicembre si conclude in bellezza con “La Notte dei cantautori” che vedrà sul palco Roberto Colella de La Maschera (evento gratuito con prenotazioni aperte dal 27 dicembre).

Partito ufficialmente Il canto di Partenope, il festival musicale che omaggia la storia della musica napoletana tra passato e presente, organizzato da Callysto Aps, con la direzione artistica di Fabio Micera. Il festival si strutturerà in sette giorni di eventi durante i quali saranno invitati ad esibirsi i più talentuosi giovani del territorio, quelli che rappresentano la fusione e innovazione musicale mediterranea ed artisti di rilievo legati a filo doppio alla musica napoletana ed ai repertori della musica classica napoletana, da Murolo a Bruni. Festival che non punta soltanto al mero intrattenimento musicale ma, soprattutto, alla divulgazione musicale e all’abbattimento di qualunque barriera generazionale.

Tutti gli eventi sono gratuiti e prenotabili attraverso la piattaforma Eventbrite, e si terranno a Napoli, presso il Centro Asterix in via Domenico Atripaldi, 52.
Il 16 dicembre il festival è partito con un successo incredibile per il concerto de I Neri per caso. Evento andato sold out a poche ore dall’annuncio. Il gruppo a cappella più noto del panorama italiano diventato noto al pubblico nel 1995 vincendo la sezione “Nuove Proposte” del Festival di Sanremo. Il brano “Le ragazze” li ha sbalzati in vetta alle classifiche traghettando l’omonimo album alla conquista di ben 6 dischi di platino con quasi 700.000 copie vendute.
Il 21 dicembre ore 20:30 Il Canto delle sirene, spettacolo a cura dell’Accademia Pricomusica, in cui si parte dalle donne cantate da Roberto Murolo e Sergio Bruni, per poi immergersi alla scoperta della canzone d’autore, patrimonio dell’umanità.
Si prosegue il 22 dicembre ore 20:30 con il Concerto di Natale, a cura del Quintetto dell’Orchestra Mendellssohn, un punto di eccellenza della musica da camera partenopea. Per il festival Il Canto di Partenope, presentano una serata magica all’insegna dei brani della tradizione natalizia e reinterpretazioni uniche di brani celebri, creando un’atmosfera che unisce la maestria tecnica alla gioia dell’anima. La serata vedrà la partecipazione di alcuni cantanti dell’accademia PRICOMUSICA che si alterneranno per rendere ancora più emozionante il concerto. (Ultimi posti qui https://shorturl.at/dDW08)
IL 27 dicembre alle 20:30 si esibirà uno dei pianisti classici più apprezzati a livello internazionale: Genny Basso. Classe ‘1984, ottiene la nomination come Young Artist Of The Year dall’Opus Klassik con il suo primo disco. La sua musica ha incantato l’Europa da Parigi a Berlino, passando per la Spagna, e finalmente farà tappa a Napoli con un recital pianistico dedicato alla città e alla sua musica. Il concerto sarà aperto da una giovane pianista di PricoMusica: Martina Traini. (Prenotazioni qui https://shorturl.at/egnsM)
Il penultimo appuntamento sarà il 28 dicembre con il concerto Convivência che nasce dall’incontro tra Gabriele Mirabassi, uno dei massimi virtuosi odierni del clarinetto e la cantante Rosanna Mennella, ed affonda le radici nella musica popolare Sud Americana, facendo un parallelo con la musica del Sud, partendo dalle musicalità di Sergio Bruni. (Prenotazioni qui https://shorturl.at/xJTZ3)
Il festival si chiuderà il 29 dicembre con “La notte dei cantautori”: serata concerto con tre giovani interpreti della canzone under 35 che apriranno il main event con ospite Roberto Colella de La Maschera. I cantautori che si esibiranno sono Verrone, KP e Aiyana. (Prenotazioni aperte dal 27 dicembre).
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments