munaciello

NAPOLI – Il munaciello è ormai la guida ufficiale del Museo del Sottosuolo e torna questa settimana e la prossima nei giorni 4, 5, 10, 11 e 12 febbraio. Sono circa 9000 i turisti, italiani e stranieri, che hanno scoperto il Sottosuolo con la guida soprannaturale del personaggio che infesta, positivamente e negativamente, le leggende di Napoli e quelle raccontate da Matilde Serao.

Testimonianza ne sono le tante recensioni positive lasciate su Trip Advisor. Il mito racconta del munaciello come di uno spirito dalla natura duplice: gentile con qualcuno, dispettoso con altri. In “Leggende napoletane” la Serao lo disegna come il figlio deforme di un amore infelice tra persone di ceti troppo lontani per stare insieme, dalla triste storia di questa relazione nacque una creatura deforme che il popolo allontanava, convinto che portasse ‘mala sorte’. Da qui la sua sete di vendetta. Un’altra ipotesi rivede il munaciello nel pozzaro, dal nome, appunto, colui che gestiva i pozzi, un mestiere spesso non ben ripagato e, per tale ragione, accostato ad una figura vendicativa. Terza e ultima idea è rappresentata da un immaginario molto negativo che accosta il munaciello ad un demone. A quale delle leggende vogliate credere, ne converrete con noi che nessuna figura più di quella del munaciello potrebbe meglio condurre i visitatori attraverso gli stretti antri del Museo del Sottosuolo. Non temete, il nostro munaciello è buono e molto amato e conosce i segreti di questo luogo meglio di chiunque altro. Lasciatevi guidare dalla sua esperienza e, vedrete, vi porterà fortuna! Ogni venerdì, sabato e domenica il Munaciello accompagnerà i visitatori alla scoperta delle meraviglie del Museo del Sottosuolo: per conoscere gli orari, si consiglia di consultare il sito

http://www.tappetovolante.org/museosottosuolo/prenota.php

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments