NAPOLI – E’ stata presentata oggi in conferenza stampa, la prima stagione del TRAM, il nuovo spazio teatrale in via Portalba 30, a Napoli, negli spazi che furono già del Teatro Bruttini e poi del cabaret Portalbe.

Qui di seguito una dichiarazione del direttore artistico Mirko Di Martino, che, con i soci Antonio D’Avino, Titti Nuzzolese e con il supporto di Angela Silvestre e Claudia Morettiinizia questa nuova avventura artistica ed imprenditoriale, senza nessun supporto economico da parte di enti pubblici.”TRAM sta per Teatro, Ricerca, Arte e Musica: è quindi un luogo che nasce come uno spazio aperto alla contaminazione tra le arti. Ma è innanzitutto un teatro dove troveranno ospitalità le produzioni più originali del teatro indipendente nazionale e napoletano, quegli spettacoli che, pur se eccellenti, fanno fatica a trovare collocazione nel sistema teatrale italiano. Non ci sarà nessuna preclusione verso i generi, gli stili e i linguaggi: ciò che avranno in comune le nostre proposte sarà, invece, la ricerca dell’innovazione che non perda mai di vista la capacità di parlare a tutti. Daremo ampio spazio alla drammaturgia contemporanea, ai testi inediti, alle rivisitazioni dei testi classici. Ma il TRAM, fedele al suo nome, sarà anche un luogo che permetterà agli spettatori di viaggiare tra le diverse arti. La musica, ad esempio: con il nuovo anno faremo partire una serie di appuntamenti dedicati ai concerti e al teatro musicale. E poi ci sarà tanta arte: con le rassegne tematiche, con i dipinti che ospiteremo sulle nostre pareti e con le mostre che organizzeremo. Infine, avvieremo una serie di workshop di alta formazione professionale. Ci auguriamo, insomma, che il TRAM, collocato nel cuore di Napoli, raggiunga il cuore del pubblico napoletano.”

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments