Teatro-San-Carlo

NAPOLI – Un bis sulle note della celeberrima aria “Largo al factotum” di Figaro ha chiuso la performance dedicata al “Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini dei partecipanti alla prima edizione di Opera Camp del Teatro di San Carlo.

Il campo estivo del Lirico di Napoli ha accolto nel mese di luglio centinaia di ragazzi dai 6 ai 15 anni per un percorso di formazione e gioco sul canto, sulla danza e sui mestieri del teatro.Dopo le rappresentazioni ispirate al balletto “Alice in the Wonderland” e alla “Cenerentola” sempre del pesarese, questa dell’opera buffa rossiniana ha richiamato la storica messinscena con la regia di Filippo Crivelli, nel segno della giocosa leggerezza delle scene di Emanuele Luzzati e dei costumi Santuzza Calì, che il San Carlo presenterà il prossimo 15 settembre all’Arena Flegrea, seguita il 23 dal balletto “Cenerentola” di Giuseppe Picone, sancendo così il ritorno dopo otto anni alla cavea di Fuorigrotta.

{youtube}5Tky_4MkfmU{/youtube}

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments