TOSCA

NAPOLI – Non si sono ancora spenti i riflettori sul successo che il Corpo di Ballo del Teatro San Carlo guidato da Giuseppe Picone ha riportato nella prestigiosa tournée nello splendido NCPA di Pechino, e già i ballerini sono pronti per ballare la Cenerentola all’Aperia della Reggia di Caserta, nell’ambito della rassegna promossa dalla Regione Campania Un’Estate da Re.

Giovedì 12 luglio, (ore 21.00) a calcare le scene del bellissimo “teatro all’aperto” della Reggia saranno Claudia D’Antonio (nel ruolo di Cenerentola) e Salvatore Manzo in quello del Principe, insieme al tutto il Corpo di Ballo. Le coreografie sono di Giuseppe Picone. Le scene di Nicola Rubertelli, i costumi di Giusy Giustino.

Invece il sipario del Teatro di San Carlo sempre giovedì 12 luglio alle ore 20.00 si leverà su Tosca diretta – per la prima volta in Italia – dal Maestro Juraj Valčuha. Orchestra, Coro e Coro di Voci Bianche del Teatro di San Carlo. La regia reca la firma di Mario Pontiggia, scene di Francesco Zito e costumi di Giusi Giustino. Le luci sono di Bruno Ciulli.

«È la prima volta che dirigo Tosca in Italia – afferma Valčuha, che affronta nuovamente un capolavoro pucciniano dopo La fanciulla del West lo scorso dicembre – ma ne sono un convinto sostenitore. Puccini sa sfruttare un soggetto perfetto, in cui ricorrono concetti teatrali efficacissimi: l’amore, la libertà, la politica, il sesso, la violenza, la religione. Alla musica il compito di tenere uniti i diversi argomenti, con un’energia senza pari».

«È l’opera più cinematografica di Puccini – gli fa eco Pontiggia – molto complessa da mettere in scena proprio per il grande patos che la caratterizza. Con Francesco Zito e Giusi Giustino abbiamo pensato ad un allestimento rispettoso della tradizione ma non per questo banale o di routine. Abbiamo lavorato molto sui quadri pucciniani, veri e propri tableaux».

Nel cast il soprano spagnolo Ainhoa Arteta nei panni della protagonista Floria Tosca (in alternanza con Monica Zanettin per la recita del 24 luglio), Brian Jagde darà voce e volto a Cavaradossi, mentre il perfido Scarpia sarà interpretato da Roberto Frontali che si alternerà con Samuel Youn nelle repliche del 22 e del 24 luglio (a margine la locandina completa).

In occasione dell’allestimento di Tosca il Teatro di San Carlo ricorda il Maestro Tullio Serafin a 50 anni dalla scomparsa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments