NAPOLI – Il Museo Civico Filangieri è pronto ad accogliere un’esperienza rivoluzionaria nel mondo dell’arte e della tecnologia. Il giorno 13 aprile 2024, il museo ospiterà un evento straordinario che vedrà la presenza di un avveniristico avatar e l’inaugurazione di un museo virtuale basato sulla collezione del Filangieri, portando così il futuro direttamente nelle sale del prestigioso museo napoletano.

L’avatar, frutto di una ricerca condotta dall’Università degli Studi di Salerno sotto la guida del Prorettore e Professore Ordinario di didattica generale e pedagogia speciale, Maurizio Sibilio, ha già fatto parlare di sé come “personal digital tutor”. Creato attraverso un’IA generativa, questo avatar rappresenta un punto di incontro tra l’innovazione tecnologica e la ricerca educativa, offrendo un supporto dinamico e personalizzato agli studenti.

Dopo una serie di test sperimentali condotti presso l’ateneo salernitano, l’avatar ha dimostrato la sua capacità di assistere gli studenti durante lo studio. Oltre a replicare l’aspetto e la voce del docente, l’avatar è stato programmato con lezioni filmate, appunti e testi selezionati, garantendo un supporto eticamente rispettoso del docente e degli studenti. L’avatar difatti non intende sostituire il docente ma dare un’opportunità in più a chi studia uno specifico tema.

Accanto alla presenza dell’avatar, al Museo Civico Filangieri si presenterà anche il museo virtuale, un’esperienza immersiva in realtà virtuale che permetterà ai visitatori di esplorare parte della collezione del museo in un ambiente digitale all’avanguardia.

L’evento del 13 aprile rappresenta un’opportunità unica per scoprire il potenziale dell’intelligenza artificiale nell’istruzione e nell’arte, e il Museo Filangieri è orgoglioso di essere all’avanguardia di questa rivoluzione.

Ingresso libero

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments