NAPOLI – La Basilica della Pietrasanta, oggi LAPIS Museum, propone un weekend di grandi eventi culturali, nel cuore del centro storico di Napoli. Si comincia venerdì 25 febbraio 2022 alle ore 19.00 con I Concerti alla Pietrasanta – passeggiando tra celebri melodie, iniziativa d’eccezione che porta un importante concerto di musica classica diretto dal maestro Luigi Grima.

Introdotto da un welcome drink, questo eccezionale concerto vedrà l’alternarsi di melodie tra autori classici e contemporanei, da Brahms a Morricone, dalla Danza Ungherese n. 5 a Nuovo Cinema Paradiso sono tante le arie classiche e le colonne sonore che gli spettatori potranno ascoltare e amare dal vivo, in una fusione di storia della musica e pagine contemporanee del cinema mondiale.

A chiudere idealmente questo incontro una visita esclusiva in notturna lungo il percorso sotterraneo del LAPIS Museum, alla scoperta del Museo dell’Acqua in una serata che saprà mescolare sapientemente l’esperienza musicale e quella di visita di cunicoli, cavità, cisterne e delle loro storie. Una discesa profonda 40 metri condurrà i visitatori lungo le antiche cisterne greco-romane valorizzate da suggestive luci e colori, per un’esperienza immersiva unica.

Sabato 26 febbraio 2022 invece sarà la volta di Selene – Un bacio rubato tra il sole e la luna che mette in scena per l’occasione La Chiave di Artemysia con due turni: il primo alle ore 19.30 e il secondo alle ore 21.30.

Un viaggio alla scoperta della dea Selene, personificazione della Luna, da cui hanno avuto origine quei culti che animeranno l’Europa per i secoli a seguire, come Artemide, la latina Diana, venerata a Napoli fino alla fine del Medioevo, e sul cui tempio, secondo alcuni studi, è stata eretta la chiesa paleocristiana prima e la Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta che oggi ci appare in tutto il suo splendore.

Raffigurata come una donna dal viso pallido e vesti fluenti e candide, la Dea, con un quarto di luna crescente sulla fronte, reggeva una torcia avvolta nel suo manto stellato. La sua bellezza aveva fatto innamorare Zeus, e da questo amore nascerà Pandia, la luna piena.

È questa la suggestiva narrazione che La Chiave di Artemysia si propone di rappresentare nel percorso sotterraneo del LAPIS Museum, invitando i visitatori a compiere un viaggio attraverso il racconto delle evoluzioni del culto lunare e delle sue fasi, fino alle antiche origini.

Interpreti d’eccezione, per la serata del 26, Rossella Della Corte e Valerio Lombardi, accompagnati dalla voce narrante di Livia Bertè, per le coreografie e i movimenti scenici di Luisa Leone.

Una discesa profonda 40 metri, per un viaggio dove mito, arte, bellezza si incontrano attraverso 2000 anni di storia.

Il weekend si conclude con le consuete visite accompagnate, dalle ore 10.00 alle ore 20.00 con quattro turni di discesa. Maggiori info sul sito www.lapismuseum.com.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments