NAPOLI – Colmare il gap di conoscenze in ambito economico e finanziario degli studenti italiani rispetto ai coetanei occidentali: è quanto si propone il progetto “Conto ergo sum” presentato all’aula Magna dell’IPE Business School e che coinvolge circa 1400 ragazzi e 10 scuole su tutta la regione.

A fornire i dati la dottoressa Alessandra Staderini, vice capo del servizio educazione finanziaria della Banca d’Italia

L’iniziativa, che rientra nell’ambito del programma “Scuola viva – azioni di accompagnamento”, vuole sensibilizzare e avvicinare i ragazzi all’educazione della finanza come spiegano Gaetano Vecchione, consigliere scientifico Svimetz, e Raffaele Calabró, presidente IPE

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments