13393901_1309854315710798_7351191508074635637_n

NAPOLI – Riforma del credito cooperativo, aggregazioni bancarie, risarcimento danni, finanza cattolica sono i temi al centro del primo convegno dedicato interamente a queste tematiche in una fase di grandi cambiamenti nel sistema che coinvolgono l’evoluzione della nostra economia attraverso i principi della trasparenza, della competenza e della crescita responsabile. Protagonisti e promotori dell’evento sono il presidente della Bcc Amedeo Manzo, il presidente dell’Università Pegaso Danilo Iervolino e il presidente dell’Associazione italiana notai cattolici Roberto Cogliandro che hanno inteso affrontare le delicate questioni con alcuni tra i massimi esperti italiani.

Dopo il saluto del cardinale Crescenzio Sepe e del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca discuteranno tra gli altri il presidente Anac Raffaele Cantone e i vertici di Federcasse Alessandro Azzi e Sergio Gatti, rappresentanti di Abi e Banca d’Italia, esperti autorevoli come il presidente emerito della Corte costituzionale Giuseppe Tesauro e l’ex presidente Antitrust Antonio Catricalà e ancora il delegato CEI per Confcooperative monsignor Adriano Vincenzi, il presidente di Grandi Stazioni Riccardo Monti e l’economista Nicola Rossi, solo per citare alcune delle personalità che affronteranno la difficile sfida di un cambio epocale nella strategia bancaria e finanziaria italiana in relazione ai mutamenti dettati in ambito europeo.”L’importanza del sistema cooperativo per la crescita dei nostri territori appare sempre più evidente in questi anni di lavoro che abbiamo condotto a Napoli e la riforma va nella direzione di premiare chi lavora in maniera virtuosa, trasparente ed efficace per tutelare al massimo i cittadini e sostenere le imprese”, dichiara Amedeo Manzo, presidente della Bcc di Napoli, mentre il numero uno dei notai cattolici italiani Roberto Cogliandro sottolinea “la grande trasformazione in atto nel mondo delle professioni che sempre più devono essere al servizio dei cittadini uscendo dalle torri d’avorio e promuovendo nuovi modelli di crescita economica e sociale dei quali bisogna farsi garanti puntando proprio su professionalità e responsabilità”. E la competenza è certamente un altro elemento determinante per una crescita più sana. “L’Università Telematica Pegaso è da sempre impegnata sui fronti della divulgazione del sapere e della diffusione della conoscenza. In questo solco si inseriscono iniziative come questa. Si tratta di un appuntamento utile per confrontarci su temi attuali quali, ad esempio, quello del sostegno delle banche alle imprese”, ha aggiunto il presidente Danilo Iervolino.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments