NAPOLI – “Le formazioni politiche inseriscano nel programma elettorale la presentazione di una legge che preveda l’innalzamento del limite di impignorabilità sulle pensioni da 689,74 a 1.000,00 euro, al fine di tutelare la categoria dei pensionati”. Lo afferma Monica Mandico, referente dello Sportello Sociale Anticrisi di Napoli che assiste i sovraindebitati.

“Oggi – spiega Mandico, che ha scritto una lettera alle segreterie di tutti i partiti – le pensioni in Italia sono pignorabili fino ad un limite previsto ex lege, per garantire il sostentamento a un soggetto che è considerato più debole. La soglia attuale è di 689,74 euro: vuol dire che se la pensione è inferiore a questo importo, la stessa non è pignorabile ma se è di 1000 euro sarà ancora aggredibile e al pensionato non resterebbe nulla per sopravvivere. Ebbene, credo sia giunto il tempo di innalzare questo limite, considerando i recenti aumenti delle bollette energetiche, dell’inflazione, dei tassi dei finanziamenti e dei mutui, al fine di garantire a tutti di vivere dignitosamente anche in presenza di un pignoramento”.

L’avvocato Mandico è anche componente commissione Esperto Negoziatore della Camera di Commercio di Napoli e fondatrice del Centro Tutele Famiglie e Imprese Sovraindebitate, “che da sempre si pone l’obiettivo di aiutare coloro che versano in una situazione economica di difficoltà. Lavoriamo su questo tema da anni, abbiamo stilato Protocolli d’Intesa con associazioni di imprenditori per aiutare uomini e donne che hanno tentato il suicidio, che dormono nella loro auto perché le esecuzioni forzate non si fermano, nemmeno davanti a famiglie con persone con handicap né a casi di gravi malattie”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments