NAPOLI – Carlo Ancelotti si racconta a Otto Channel, parlando di Napoli, del suo rapporto con i napoletani ma anche il suo rapporto con suo figlio Davide, suo secondo sulla panchina azzurra.

“Il mio rapporto con Napoli è normale, vivo la città come la posso vivere. Passo molto tempo fuori città, a Castel Volturno, e quando rientro la sera l’unica cosa che mi godo di Napoli è qualche ristorante o pizzeria, non è che esco molto molto, passo molto tempo davanti alla televisione, poi esco volentieri con gli amici ed i miei figli”.

“Non sono un tipo molto socievole, sono un emiliano e non un uomo del sud. Qui la gente fraternizza molto facilmente, forse anche troppo.

C’è molta disponibilità ad aiutarti, poi dopo non si sa cosa ti chiedono, una foto o una maglietta spesso (ride, ndr), ma c’è molta disponibilità per l’aiuto reciproco.

Succedeva nelle famiglie contadine, quando ci si aiutava l’uno con l’altro, succedeva un po’ lo stesso. Cibo? Quando uno mangia la pizza qui o la mozzarella qui, non la mangia da nessun’altra parte”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments