NAPOLI (fonte sscn.it) – Bakayoko salva il Napoli e Gattuso. L’uomo in più a centrocampo con un colpo di testa al 90′ mette dentro la palla del 1-2 che garantisce al Napoli 3 punti, una settima tranquilla e l’aggancio al treno Champions, e di questi periodi non è poco.

Un gol che nasconde la polvere sotto il tappeto.

Il Napoli di ieri non era molto dissimile da quello visto al Maradona sconfitto da lo Spezia.

Fragile dopo il gol subito per un erroraccio di Rahmani che si perde in trame sterili di gioco che fanno possesso palla ma non mettono paura all’avversario. De paul e lasagna hanno fatto vedere le streghe a Meret capace di superarsi in più di un’occasione.

C’è bisogno di “veleno” come dice Gattuso che ieri in conferenza stampa ha precisato:

GATTUSO

“La squadra è viva, oggi non era semplice vincere questa partita”. Gennaro Gattuso ha avuto dalla squadra il regalo di compleanno celebrato ieri e festeggiato oggi con il successo al Friuli all’ultim assalto.

“Mercoledì abbiamo avuto una mazzata dalla quale era difficile rialzarsi sotto il profilo morale. Oggi abbiamo dimostrato che sappiamo reagire, venire qui e vincere così è una bella prova di carattere”.

“Siamo stati sempre in avanti, i numeri parlano chiaro sulla nostra prestazione, però stavolta ho visto facce differenti e una forza che mi rende soddisfatto dal punto di vista mentale”.

“Dobbiamo migliorare, migliorare tantissimo perchè non siamo sempre pronti a giocare partite che si mettono storte. Si deve crescere sotto il profilo della mentalità. So che non rendiamo ancora al massimo delle possibilità e non diamo il cento per cento delle nostre potenzialità anche per questo aspetto caratteriale”.

“Però dobbiamo lavorare e non ascoltare le voci e le cose che si dicono in giro. Napoli è una piazza appassionata ma impegnativa, dobbiamo concentrare le nostre energie in campo e non sprecarle ascotando quello che si dice in giro”.

“Bisogna stare con la testa solo al campo e al lavoro che svolgiamo durante a settimana. Da tempo giochiamo senza alcuni giocatori importanti e non è semplice distribuire le energie quando hai assenze prolungate”

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments