Gli azzurri: “Delusi, ma non è finita qui!”

0

NAPOLI (fonte sscn.it) – “Siamo amareggiati e delusi, ma non ci arrendiamo”. Lorenzo Insigne suona la carica per la gara di giovedì prossimo dopo la sconfitta di Londra.

“E’ vero, abbiamo sbagliato tanto e io stesso sono molto amareggiato per l’errore che ho fatto sotto porta. Sono arrivato col passo lungo ed ho fallito il gol”.

“Adesso però non dobbiamo piangerci addosso. Bisogna correggere gli errori commessi stasera e preparare al massimo la partita tra 7 giorni”.

“L’Arsenal è una grande suqadra, stasera si è visto. Però non si è visto il vero Napoli. Possiamo dimostrare il nostro valore e dare l’anima giovedì per cercare di ribaltare il risultato”.

“Dobbiamo stare concetrati e uniti per disputare una grande gara al San Paolo. Abbiamo ancora 90 minuti e non molleremo fino alla fine”.

“E’ stata brutta prestazione e siamo molto dispiaciuti”. Piotr Zielinski commenta così il match di Londra dopo la sconfitta azzurra.

“Volevamo giocare una partita totalmente diversa, soprattutto all’inizio. L’avevamo preparata bene, poi però non siamo riusciti ad esprimerci come dovevamo”.

“La prima parte è stata davvero brutta per noi ed è difficile spiegare l’atteggiamento che abbiamo avuto nel primo tempo”.

“Nonostante tutto siamo riusciti gradualmente ad entrare in partita ed abbiamo avuto due occasioni per segnare. Questo deve farci comprendere che se riusciamo ad esprimerci secondo la nostra forza tutto è ancora possibile. Il discorso qualificazione si decide tra 7 giorni. Non è finita qui…”

“Dobbiamo ripartire dall’atteggiamento che abbiamo avuto nel secondo tempo per provare l’impresa al ritorno”. Alex Meret, protagonista di alcune parate splendide all’Emirates, già guarda alla sfida del San Paolo.

“Stasera abbiamo pagato un brutto approccio, siamo stati sovrastati dall’Arsenal e ci hanno messo sotto segnando meritatamente”.

“Poi però non abbiamo ceduto ed abbiamo anche creato palle gol che potevano cambiare la gara. Dovevamo certamente essere, però, più coraggiosi e precisi”.

“L’Arsenal in casa è una squadra formidabile, però la qualificazione si deciderà tra sette giorni. Ci vorrà una partita perfetta da parte nostra, ma con il calore e la spinta del San Paolo, tutto è possibile”.

“Siamo arrabbiati anche più dei nostri tifosi per questa prestazione”. Allan parla da guerriero anche dopo la sconfitta di Londra.

“I nostri sostenitori hanno ragione ad essere amareggiati ed hanno il diritto di dire tutto ciò che vogliono, perchè i primi a essere delusi siamo noi”.

“Ci aspettavamo tutto un altro primo tempo e un approccio molto diverso. Non siamo stati capaci di mettere in campo le indicazioni che avevamo preparato col mister e ce ne assumiamo le responsabilità”.

“Però da oggi la testa è tutta al ritorno. Voltiamo pagina, correggiamo gli errori commessi stasera e concentriamoci per la gara del San Paolo”.

“Nel secondo tempo abbiamo fatto molto meglio e da quello atteggiamento dobbiamo riprendere per preparare la sfida di ritorno. Nulla è compromesso, ci crediamo ancora e con l’aiuto del San Paolo la possiamo ribaltare. Tutto può accadere…”.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami