NAPOLI – I pazienti positivi al Covid in Campania sono 260 (di cui 218 del giorno + 42 contabilizzati oggi degli 83 comunicati ieri) a fronte di 4353 tamponi eseguiti.

Il totale dei positivi, nella regione, dall’inizio dell’emergenza è ora 8128 mentre sono stati “processati” 459231 tamponi Oggi non si registra alcun decesso. Dodici invece le persone che sono guarite.

Totale guariti: 4.490 (di cui 4.485 completamente guariti e 5 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti divenuti asintomatici ma ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).

Dei 260 positivi di oggi, 64 provengono da Paesi esteri e 12 dalla Sardegna.

Saranno prorogate fino al 7 ottobre le misure anticovid nel nuovo Decreto del presidente del Consiglio (Dpcm) che dovrà essere firmato questa sera. A quanto si apprende, infatti, le norme non possono essere prorogate per più di un mese.

Intanto sono 12 i morti per Coronavirus nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto a ieri. Calano ancora i contagiati: sono 1.108 (ieri 1.297). Questi i dati sul sito della Protezione civile.

I tamponi sono però in netto calo, secondo i dati del ministero della Salute ne sono stati effettuati 52.553, quasi 25 mila meno del giorno precedente. In totale i casi sono ora 278.784, le vittime 35.553. Gli attualmente positivi aumentano di 915 fino a quota 32.993, i dimessi e i guariti di 223 e sono adesso 210.238.

“Mentre in Campania si accelera sui tamponi, con gli operatori che sul campo fanno un lavoro enorme, il numero dei cittadini posti un isolamento fiduciario aumenta sempre più per l’incapacità di comunicare gli esiti in tempi accettabili”. Vincenzo Schiavo, segretario vicario regionale della Fimmg, non usa mezzi termini nel rilanciare la protesta di tutta la medicina generale su un sistema definito “incompleto e carente”.

A fronte di un aumento enorme dei tamponi effettuati, circa 7.000 al giorno (con un trend che presto porterà ai 12.000 al giorno) il sistema di comunicazione messo in campo dalle U.O.P.C. delle ASL e le piattaforme regionali, denunciano, “non permettono di avere risposte in tempi utili”.

“Allo stato noi medici di famiglia – dice Schiavo – non siamo messi in condizione di offrire una risposta adeguata alle giuste richieste dei cittadini sottoposti a controllo”.

Per il segretario vicario regionale della Fimmg il problema che ormai non è più contenibile non è solo di ordine sanitario, ma anche economico e sociale.

“Così facendo – precisa Schiavo – rischiamo di mettere in crisi centinaia di nuclei familiari e mandiamo inutilmente in fumo centinaia e centinaia di ore di lavoro. I cittadini restano infatti ostaggio di un sistema informativo del tutto inadeguato, in isolamento anche dopo un risultato negativo del tampone solo perché nei nostri sistemi non appare in tempo un referto. Ecco perché i medici di medicina generale della Fimmg richiedono ad horas la possibilità di accedere ai risultati dei tamponi effettuati, unico modo per evitare che il varo enorme messo in campo sia vanificato, e addirittura diventi controproducente”.

Questo il bollettino di oggi:

Positivi del giorno: 260 (di cui 218 del giorno + 42 contabilizzati oggi degli 83 comunicati ieri)
Tamponi del giorno: 4.353

Totale positivi: 8.128
Totale tamponi: 459.231

​Deceduti del giorno: 0
Totale deceduti: 448

Guariti del giorno: 12
Totale guariti: 4.490 (di cui 4.485 completamente guariti e 5 clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti divenuti asintomatici ma ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).

* Di cui 64 da Paesi esteri e 12 da Sardegna.

Al via la manifestazione d’interesse per l’acquisto di sistemi per la misurazione della temperatura corporea negli istituti scolastici della Regione Campania.
La Regione Campania, nel contesto delle misure di contenimento del contagio dal virus SAR-Cov-2 nell’ambito del settore della scuola, sostiene l’acquisto di sistemi per la misurazione della temperatura corporea da parte degli istituti di ogni ordine e grado.
A tal fine, in coerenza con le necessità legate alla ripresa delle attività didattiche del prossimo anno scolastico, gli istituti di ogni ordine e grado sono invitati a manifestare il proprio interesse all’iniziativa compilando l’apposita scheda sul sito scuolesicure.regione.campania.it.
Per accedere alla piattaforma ciascun istituto scolastico potrà utilizzare il link contenuto nella comunicazione in posta certificata dal mittente scuolecisure@pec.regione.campania.it.
Per aderire all’iniziativa ciascuna istituto, identificato con il proprio codice meccanografico, dovrà provvedere alla compilazione della scheda per ogni scuola/plesso scolastico ad esso afferente, fornendo informazioni puntuali circa il numero di plessi attivi, di studenti, e l’eventuale disponibilità di strumentazioni già presenti.
La presentazione della manifestazione d’interesse è aperta da oggi fino alle ore 24.00 del 9 settembre 2020.
Per ogni informazione circa le modalità di partecipazione alla presente manifestazione d’interesse è necessario utilizzare esclusivamente l’indirizzo di posta elettronica scuolesicure@regione.campania.it. (ANSA)

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments