NAPOLI – Scende al 2.09% il tasso d’incidenza del Covid in Campania. I dati dell’Unità di Crisi parlano di 369 nuovi casi a fronte di 17591 tamponi esaminati.

Rispetto a ieri scende i una unità il computo dei posti occupati in terapia intensiva e di 16 quello dei posti di degenza.

Le vittime due nelle ultime 48h e 3 registrate ieri ma decedute in precedenza.

Nel suo discorso del venerdì ai cittadini molto duro il governatore De Luca verso coloro che non sono ancora vaccinati: “Rispetto alle preoccupazioni di mesi fa, oggi queste preoccupazioni non hanno motivo di essere. C’è chi adotta comportamenti scriteriati o demenziali perché quando si dice io sono libero e nel frattempo i reparti sono pieni noi abbiamo tolto la libertà di cura a miglia di cittadini”.

Intanto la variante Delta si conferma predominante in Italia.

Lo rileva l’indagine flash dell’Istituto superiore di sanità relativa al 24 agosto che ha stimato una prevalenza nazionale pari al 99,7%. In Italia, inoltre, la predominanza della Delta è confermata negli ultimi 45 giorni: è stata infatti individuata nell’88,1% dei casi riportati al Sistema di Sorveglianza integrata, secondo i dati dell’ottavo bollettino Iss ‘Prevalenza e distribuzione delle varianti di Sars-CoV-2’.

Prevedere l’obbligatorietà della vaccinazione anti-Covid. È l’indicazione venuta dal premier Mario Draghi e che, secondo i giuristi, sarebbe possibile attuare in tempi brevi con una legge ad hoc sulla base dei dettami costituzionali. Una strada, quella dell’obbligo, che mira a bloccare la diffusione del contagio ancora in atto ma che vede comunque posizioni differenziate anche tra gli esperti, una parte dei quali ritiene più opportuno un obbligo solo per categorie specifiche.

Che si vada nella direzione di una estensione dell’obbligo dell’immunizzazione anti-Covid lo ha confermato lo stesso Draghi, insieme al ministro della Salute Roberto Speranza, in una conferenza stampa tenutasi ieri per fare il punto in vista della ripresa anche del nuovo anno scolastico.

Attualmente, l’obbligo vaccinale è previsto per medici e personale sanitario, e sono già scattate le sospensioni dei camici bianchi – che restano comunque una netta minoranza – non vaccinati.

Per gli insegnanti è invece previsto l’obbligo del green pass. La prospettiva di un obbligo vaccinale esteso appare però ora più vicina e si tratta, spiega all’ANSA il giurista Amedeo Santosuosso, professore di diritto, scienza e nuove tecnologie all’Università di Pavia, di una strada “fattibile in tempi brevi attraverso una legge, che rispetterebbe tutti i crismi di costituzionalità”.

L’articolo 32 della Costituzione infatti, chiarisce, “prevede la possibilità di imporre un trattamento sanitario obbligatorio attraverso una legge determinando così un obbligo generale per i cittadini. Una legge di questo tipo sarebbe giustificata dai benefici documentati che il trattamento, in questo caso il vaccino, porterebbe alla comunità ed ai singoli”.

Questo il bollettino di oggi:
(dati aggiornati alle 23.59 di ieri)

Positivi del giorno: 369
Test: 17.591

Deceduti: 2 (*)
(*) nelle ultime 48 ore; 3 deceduti in precedenza ma registrati ieri

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 25
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 347
(**) Posti letto Covid e Offerta privata.

I dati sulle vaccinazioni sono disponibili al link: http://vaccinicovid19.regione.campania.it/e_vaccini-anti-covid.html

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments