NAPOLI – Il Napoli non vince più!

Dopo la sconfitta in Europa League con l’Arsenal gli azzurri cadono ancora in casa per mano dell’Atalanta che ribalta lo svantaggio del primo tempo salendo in cattedra nella ripresa.

Due a uno per gli orobici il risultato finale. Buono il primo tempo degli azzurri che vanno in vantaggio con Mertens grazie a un rimpallo fortunato sotto porta dopo una bella azione sviluppatasi sulla fascia destra.

Gli azzurri sciupano diverse occasioni per raddoppiare e si fanno raggiungere nella ripresa dall’ex Zapata al 69′ per poi soccombere all’80 al diagonale di Pasalic che consegna vittoria e quarto posto provvisorio all’Atalanta, ora in piena lotta per un posto in Champions.

“Abbiamo giocato una buona prima ora, però nonostante la supremazioa non siamo riusciti a concretizzare”. Carlo Ancelotti analizza così il match del San Paolo.

“L’Atalanta è un’ottima squadra, ma noi siamo stati bravi a prendere in mano il gioco, comandare le azioni e creare tanto.

Poi dopo il gol potevamo e dovevamo segnare ancora. Poi è chiaro che se non riesci a sfruttare le occasioni, poi rischi di pagare”.

“Oltretutto per poter tenere testa alla loro fisicità abbiamo speso molto nella prima ora e bisognava ottimizzare la mole di gioco realizzando le occasioni che abbiamo avuto”.

“La squadra non è brillante in questo momento, dopo una buonissima prima parte di stagione adesso abbiamo perso qualcosa un po’ come convinzione e anche per qualche motivazione venuta meno”.

“Siamo secondi, dobbiamo conquistare questo obiettivo e poi pensare a programmare per il prossimo anno”.

Su Insigne: “Non ha giocato perchè viene da 3 gare consecutive e quindi ho voluto preservarlo in vista delle prossime partite che ci aspettano”(Ansa-sscn)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments