LUSCIANO – Inserimento, integrazione e inclusione sono termini che, nel contesto scolastico nazionale compaiono in sequenza, scandendo dal punto di vista educativo, didattico e normativo un processo che ha connotato la scuola come comunità accogliente nella quale tutti gli alunni, a prescindere dalle loro diversità funzionali, possano realizzare percorsi di crescita individuale e sociale.
Il passaggio dall’integrazione all’inclusione scolastica ha delineato nuovi scenari, entro i quali costruire contesti di co-progettazione e di co-responsabilità educativa in grado di offrire a ciascun alunno le migliori opportunità di crescita, valorizzando la diversità, non più identificabile solo ed esclusivamente con il deficit.
In altri termini, passando da un approccio squisitamente assistenziale ad una prospettiva di sistema, la scuola si è configurata non solo come comunità che accoglie tutti gli alunni indipendentemente dalle caratteristiche personali, dalla condizione di disabilità, e dalla performance scolastica, ma anche come comunità competente capace di ridefinirsi valorizzando le professionalità interne e le risorse offerte dal territorio, per consentire agli alunni disabili o con bisogni educativi speciali, di condividere la loro esperienza di apprendimento in situazione di piena inclusione.
Ed è proprio in riferimento alle risorse offerte dal territorio che si colloca il Servizio di Assistenza Scolastica (Sostegno Socio Educativo) – a favore di alunni residenti e frequentanti gli Istituti Scolastici dei Comuni afferenti all’Ambito Territoriale C07 – Lusciano capofila, Trentola-Ducenta, Casal di Principe, Casapesenna, Frignano, Parete, San Cipriano d’Aversa, San Marcellino, Villa di Briano, Villa Literno. Il Servizio finanziato dall’Ambito Territoriale C07 – Lusciano Comune capofila, affidato e realizzato dal Consorzio Filipendo, nasce in risposta alla necessità di rendere concreto il diritto all’educazione e all’istruzione degli alunni diversamente abili. Fortemente richiesto dalle Amministrazioni Comunali e dai Dirigenti Scolastici, il servizio operando in sinergia con la scuola (dirigenti scolastici, docenti, personale scolastico), la famiglia e il territorio (servizi sociali, specialisti della riabilitazione) è stato finalizzato all’integrazione e all’inclusione degli alunni beneficiari nel sistema scolastico di appartenenza. Il costante lavoro di squadra in un’ottica di alleanza chiara e significativa tra scuola e servizio, quest’ultimo non relegato solo ad un attento maternage bensì inteso con uno specifico educativo, ha consentito agli operatori del Consorzio (osa, oss e educatori professionali), attraverso un attento e puntuale coordinamento con dirigenti scolastici, referenti alunni fragili, docenti di sostegno e di classe, specialisti della riabilitazione, di affiancarsi e integrarsi ai percorsi educativi e didattici in essere, facilitando la regolare frequenza a scuola dell’alunno beneficiario, stimolando ad una sempre maggiore autonomia personale, sostenendo lo sviluppo e/o il mantenimento delle potenzialità residue (apprendimento, comunicazione, relazione, socializzazione) ma soprattutto promuovendo la partecipazione a tutte le attività del gruppo classe consolidando, nel tempo, il senso di appartenenza. La buona riuscita del servizio e i risultati ottenuti sono stati, di fatto, garantiti dal continuo e puntuale confronto sullo stato dell’arte, e sul condividere correttivi e/o introdurre variazioni ritenute maggiormente funzionali alla situazione scolastica, per quel particolare alunno in un determinato momento. In conclusione, è possibile sottolineare che solo attraverso il coinvolgimento di tutte quelle competenze e risorse in grado di apportare il proprio contributo, si giunge alla realizzazione di interventi concreti ed efficaci per un sistema scolastico inclusivo.

1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Anna Coda
01/11/2022 21:26

Salve mi piacerebbe lavorare in s ad resto ambito come fare