NAPOLI – Torna anche per l’anno scolastico 2021/2022 il progetto “Igiene Insieme”, un’iniziativa di Napisan rivolta alle scuole d’infanzia e primarie con l’obiettivo di rendere la scuola un luogo nuovamente sicuro attraverso la diffusione e l’insegnamento delle buone e corrette pratiche di igiene tra i più piccoli, coinvolgendo anche i genitori e gli insegnanti. L’iniziativa, entrata ormai nel secondo anno di vita, è stata realizzata con la collaborazione dell’Università Vita-Salute San Raffaele e La Fabbrica.

Dopo il grande successo della prima edizione, il progetto vede anche per il nuovo anno scolastico una rinnovata adesione in Campania, con 854 scuole primarie e dell’infanzia aderenti all’iniziativa e con una presenza capillare su tutto il territorio: 78 ad Avellino, 52 a Benevento, 183 a Caserta, 381 a Napoli, 160 a Salerno.

«Una grande risposta dal territorio per un progetto secondo noi di grande valore, che mira ad aiutare, sensibilizzare e supportare direttamente bambini, genitori ed insegnanti in un percorso di educazione alla salute e di responsabilità durante un momento fondamentale come la ripartenza. Un’occasione, questa, nella quale è importante conservare l’attenzione all’igiene come gesto individuale e collettivo che il contesto pandemico ci ha insegnato» ha commentato Ferran Rousaud, AD Reckitt Hygiene Italia.

UNO STUDIO DIMOSTRA L’IMPORTANZA DELL’EDUCAZIONE ALL’IGIENE A SCUOLA

L’efficacia del progetto all’interno del contesto scolastico è stata anche oggetto di uno studio condotto dall’Università Vita-Salute San Raffaele e coordinato dal professor Carlo Signorelli, Ordinario di Igiene e Direttore della Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva, con la professoressa Anna Odone, Ordinario di Igiene all’Università di Pavia. L’indagine empirica effettuata nel mese di ottobre 2020 si è concentrata su un campione di scuole elementari della Lombardia aderenti al progetto “Igiene Insieme”, dimostrando come l’incidenza delle infezioni da SARS-CoV-2 sia stata inferiore del 14% rispetto alla media regionale per bambini della stessa età.

Dai risultati dello studio, recentemente pubblicato sulla rivista scientifica Acta Biomedica, che ha coinvolto 2.033 classi e 43.096 alunni in Lombardia, emerge in maniera significativa l’importanza della prevenzione e dell’educazione con particolare riferimento all’igiene.

Più nel dettaglio, in questa regione, hanno aderito al progetto 271 scuole su un totale regionale di 2.472, alle quali è stato fornito un “kit per l’igiene” entro il 30 settembre 2020 contenente materiali educativi e informativi e prodotti igienizzanti. Le scuole hanno di conseguenza messo a disposizione i kit agli alunni e poi, nel corso del mese di ottobre, hanno raccolto i dati relativi all’incidenza dell’infezione da Covid-19. Da questa ricerca è emerso che su 271 scuole, 140 (52% del totale coinvolte in Lombardia) hanno trasmesso dati utili e rilevanti entro il 31 ottobre successivo, per un totale di 2.033 classi e 43.096 alunni.

I dati emersi, legati alle nuove infezioni da Covid-19 nelle scuole, sono poi stati messi a confronto dal team di ricerca con i tassi di incidenza dell’infezione, per 100.000 abitanti della stessa fascia d’età (6-10 anni), in Lombardia. Alla luce di alcuni limiti primari, come la parziale aderenza degli istituti, la non totale rispondenza delle scuole e lo svolgimento dello studio in una regione molto colpita dall’infezione, pur non essendo possibile individuare una correlazione certa tra il progetto “Igiene Insieme” e la riduzione del tasso di infezione, indubbiamente il dato misurato appare rilevante anche per lo scarso numero di ricerche di questo tipo: sul totale degli studenti presi in esame (43.096) la positività al Covid-19 è stata riscontrata in 277 casi. Nello stesso periodo, l’incidenza in Lombardia dell’infezione da Covid-19, per 100.000 abitanti nella stessa fascia d’età (6-10), è stata di 747 casi. Ciò vuol dire che, uniformando il campione delle scuole di “Igiene Insieme” al totale considerato per la Lombardia (100.000 abitanti) si possono riportare due tassi che mostrano una evidente riduzione di incidenza del 14% nelle scuole aderenti a “Igiene Insieme”: 747 casi su 100.000 abitanti in Lombardia, 643 casi su 100.000 abitanti nelle scuole aderenti al progetto.

IGIENE INSIEME: I CONTENUTI DEL PROGETTO

Con il chiaro obiettivo di supportare studenti, genitori e insegnanti da un punto di vista igienico-sanitario, Napisan, con i suoi partner Università Vita-Salute San Raffaele e La Fabbrica, ha raggiunto 8.000 scuole primarie e d’infanzia in tutta Italia, per un totale che supera 1 milione di studenti, portando prodotti per l’igiene e la sanificazione di mani e superfici, oltre a materiale didattico e informativo volto a diffondere tra i più piccoli l’abitudine, sempre più radicata, delle buone norme di igiene.

L’intervento ha dimostrato una forte capillarità sul territorio grazie agli interventi a sostegno di studenti e insegnanti. Due le componenti fondamentali quali:

azioni nei confronti degli studenti, che ha portato alla realizzazione di opuscoli disegnati ad hoc, poster e giochi per bambini, esperimenti video e un nudge book con 27 attività da realizzare in classe per promuovere comportamenti virtuosi in maniera non coercitiva
interventi in favore degli insegnanti, che comprendevano un corso di formazione di 30 ore a cura de La Fabbrica, ente formatore accreditato dal Ministero dell’Istruzione, e 14 brevi video educativi a supporto.

IGIENE INSIEME: LE NOVITA’ PER IL 2021

Per l’anno scolastico 2021/2022 l’obiettivo di Napisan e del progetto “Igiene Insieme” sarà quello di ampliare ancor di più l’iniziativa, coinvolgendo 2.000 nuove scuole così da arrivare ad un totale, significativo, di 10.000 istituti coinvolti in tutta Italia. Inoltre, il progetto 2021 sarà poi l’occasione per presentare le novità previste a livello di contenuti attraverso una differenziazione dei materiali tra le scuole d’infanzia e quelle primarie.

I materiali educativi distribuiti quest’anno nelle classi aderenti saranno profondamente rinnovati e allineati all’età degli studenti, per tenere conto delle esigenze emerse nel corso del precedente anno scolastico, con un occhio attento alla formazione e al divertimento. Per sottolineare l’inclusività del progetto, i materiali dedicati alle scuole vedranno poi l’inserimento dell’approccio della Comunicazione Aumentativa Alternativa grazie al coinvolgimento di Auxilia e dell’associazione il CAAmaleonte, realtà nate con la volontà di migliorare la qualità della vita e della formazione dei bambini con bisogni comunicativi complessi in modo tale da poterli coinvolgere tutti in maniera attiva, senza distinzioni.

La Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA) è l’insieme di conoscenze, tecniche, strategie e tecnologie atte a facilitare ed incrementare la comunicazione nelle persone che hanno difficoltà a usare i più comuni canali comunicativi, ossia il linguaggio verbale e la scrittura. Per rendere fruibili i contenuti vengono infatti utilizzati degli strumenti di natura grafica come i simboli grafici o pittogrammi, in questo caso quelli appartenenti al set Widgit. Attraverso questa modalità comunicativa innovativa, coloro che sono affetti da disturbi più o meno severi di carattere cognitivo possono trovare un accesso favorito alle informazioni e più in generale un insegnamento per l’intera classe all’utilizzo di un innovativo sistema di comunicazione.

La nuova edizione di “Igiene Insieme” vede tantissime novità, sia a livello di contenuti che di nuovi attori coinvolti. A tale proposito la grande novità dell’anno scolastico 2021/2022 sarà il coinvolgimento di Mattel, azienda leader nel settore giocattoli, che presterà al progetto il volto di uno dei suoi brand più amati: Il Trenino Thomas, già ambasciatore delle Nazioni Unite per quanto riguarda il sesto Obiettivo di Sviluppo Sostenibile (Acqua Pulita e Igiene), nel suo programma racconta l’importanza dell’amicizia e del lavoro di squadra.

I due brand hanno dato vita a nuovi materiali pensati esclusivamente per le scuole dell’infanzia, in modo da renderne i contenuti più accessibili e fruibili.

Per tutte le informazioni sul progetto e per scoprire come candidare una scuola all’iniziativa è possibile visitare il sito www.igieneinsieme.it.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments