A Praiano la prima festa patronale post lockdown (VIDEO)

0

PRAIANO – “Un messaggio di fiducia, di serenità e di speranza per il futuro arriva dalla Costiera Amalfitana. Siamo ripartiti dalle nostre tradizioni, dalla nostra cultura, per trasmettere un messaggio di positività all’Italia ed al Mondo. Abbiamo voluto organizzare la celebrazione di San Gennaro proprio per ripartire dalle nostre tradizioni. Percorsi di entrata e di uscita ad ingressi limitati, distanziamenti sociali garantiti da una segnaletica in termoplastica sia sui pavimenti che sulle sedute, termoscanner in entrata, sanificazione ad ogni funzione in piazza, segnaletica informativa, poi volontari, Polizia Municipale, Forze dell’Ordine, Croce Rossa. Si è trattato anche di un esperimento forse unico in Italia davvero ben riuscito. San Gennaro è stato esposto ad ogni funzione sulla spiaggia panoramica di Praiano in uno scenario unico con da una parte Positano e dall’altra Amalfi. Abbiamo dato la possibilità a tutta la comunità di poter partecipare in modo ordinato all’omaggio dedicato a San Gennaro. Tutto si è svolto nel pieno rispetto delle norme sanitarie”. Lo ha dichiarato Giovanni Di Martino, sindaco di Praiano e Presidente della Conferenza dei Sindaci della Costiera Amalfitana. Da poco si è concluso il rito religioso dedicato a San Gennaro.

E si parla di modello sicurezza targato Costiera Amalfitana: tamponi agli operatori turistici prima della ripartenza, sperimentazione di eventi particolari come le funzioni religiose legate anche alla tradizione popolare, mano dura con chi non rispetta le regole, controlli rigidi per strada e multe. A Praiano anche le panchine con segnaletica in termoplastica per il distanziamento sociale. Inoltre nelle immagini video è possibile notare anche la compostezza ed il grande senso di responsabilità della gente nel seguire le regole.

Chiuse fino al 29 Maggio le spiagge libere. Riapriranno in modo innovativo. Anche alle spiagge libere si accederà solo per prenotazione tramite app e controllo termoscanner.
“Ho chiuso la spiaggia libera – ha affermato Fortunato Della Monica – sindaco di Cetara, perché al primo posto c’è la sicurezza e dobbiamo evitare gli assembramenti. La spiaggia libera riaprirà e si potrà accedere solo prenotando tramite app, ombrelloni che saranno messi e posizionati dal Comune con una previsione di un limite massimo di ingressi, un contributo di 2 euro per permettere le sanificazioni, il controllo termoscanner agli ingressi”.
Chiuse anche le spiagge libere di Maiori.

Negativi anche gli altri tamponi.
“Arrivano altri risultati dalla Costiera sempre più sicura. Dopo i tamponi negativi di Minori, Maiori, Tramonti, Ravello, Atrani, Scala e quelli riguardanti anche la Comunità Montana, sono risultati negativi anche i tamponi di Amalfi, Conca dei Marini e Furore. Siamo in presenza di un ulteriore risultato importante che – ha dichiarato Andrea Reale, sindaco di Minori ( zero Coronavirus) e Delegato alla Sanità della Conferenza dei Sindaci della Costiera Amalfitana – sottolinea che la Costa D’Amalfi può ripartire senza però abbassare la guardia nel rispetto di tutti. Si tratta di un risultato incoraggiante, che lascia immaginare una sicura e piena ripresa delle attività, pur con le necessarie e imprescindibili cautele”.

Le funzioni religiose dedicate a San Gennaro sono ancora in corso, a breve altre immagini video importanti.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments