NAPOLI – Natale d’autore nella hall del Renaissance Naples Hotel Mediterraneo dove l’allestimento del tradizionale Albero – una struttura in ferro di oltre 4 metri d’altezza – quest’anno è affidato a Marco Ferrigno, artista e maestro presepiale di San Gregorio Armeno. Sughero e muschio ricoprono la struttura dove trova posto la Natività sormontata da un prezioso angelo e poi il “presepe diffuso” si snoda nelle vetrate dell’hotel, visibile anche esternamente, suscitando la curiosità dei passanti e creando un legame tra esterno e interno.

Disseminati sulle consolle della lobby trovano posto le scene del presepe come nel Settecento napoletano: dalle botteghe ai venditori ambulanti, fino alle case dell’epoca dove ci si fermava a giocare a carte o a tombola e ovviamente a degustare i dolci tipici del periodo: cassate, pastiera, struffoli e roccocò. Le figure hanno testa, mani e piedi in legno, indossano abiti realizzati con le sete di San Leucio. Carrettino del pescato, scena orientale con la banda musicale, l’elefante con la regina, l’osteria con la cucina napoletana e le colorate riggiole, con tanto di pentole e tegami sono solo alcune delle scene in esposizione.
Ancora una volta l’hotel si apre all’arte e diventa – come ormai consuetudine da 11 anni – una sala museale insolita per cittadini e turisti che fino al 7 gennaio possono accedere liberamente ed ammirare così le installazioni d’artista firmate Ferrigno.
Ad inaugurare “Christmas in the Air” il proprietario dell’hotel Salvatore Naldi assieme all’artista Marco Ferrigno che con i suoi collaboratori ha curato la realizzazione e l’allestimento dell’esposizione.
Tra tradizione e modernità la musica della dj Annamaria Docimo ma anche di due caratteristici zampognari, finger food a cura dell’executive chef Pasquale De Simone e dolci del maestro Ciro Scognamillo “Poppella” per il vernissage, il tutto accompagnato dai vini di Cantine Mastroberardino e da Franciacorta Mirabella con il supporto dei sommelier Ais Campania Napoli.
Negli anni scorsi a realizzare l’Albero d’Artista con opere e materiali sempre “site specific” sono stati designer e artisti quali – tra gli altri – Lello Esposito, Riccardo Dalisi, lo stesso Marco Ferrigno, Ana Soler, Gian Barbato, Michele Iodice, il collettivo Mediaintegrati.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments