AMALFI – “Un gemellaggio all’epoca del Coronavirus tra due città distanti e diverse. Forse nulla di piu’ rivoluzionario in questo momento in cui dobbiamo unire le comunità. Ieri sera, alle ore 18, di Minori, in Costiera Amalfitana e Patti, in Sicilia, si sono fermate in preghiera comune davanti alle Reliquie di Santa Trofimena. Il tutto in un’unica diretta durante la quale i cittadini di Minori e i cittadini di Patti, pregheranno insieme. Diamo vita così, forse all’unico gemellaggio a distanza nato in epoca di Coronavirus”. Lo ha annunciato poco fa Andrea Reale, sindaco di Minori in Costiera Amalfitana. Sarà possibile seguire la diretta dalle ore 18, sulle pagine Facebook di Vianova, sulla pagina Facebook della Città di Patti ed anche in diretta sui Canali YouTube di Santa Trofimena Tv e della Basilica di San Bartolomeo di Patti.

“A Minori ci sarò io – ha continuato il sindaco Andrea Reale – in diretta dall’interno della Basilica di Santa Trofimena e a Patti ci sarà il sindaco di Patti, Giuseppe Mauro che si troverà all’interno della Basilica di San Bartolomeo, ovviamente con i rispettivi sacerdoti, parroci ed anche i volontari di Protezione Civile e Croce Rossa. Saranno immagini destinate ad entrare nella storia, ma soprattutto sarà una preghiera comune per tutti”.

Ed intanto da ieri sera la Torre Saracena di Conca dei Marini è illuminata dai colori della Bandiera d’Italia. Uno spettacolo davvero unico e da ammirare.

“Un’immagine, quella della Torre Saracena di Conca dei Marini – ha affermato il sindaco di Conca dei Marini, Gaetano Frate – che sicuramente è il simbolo, testimonianza chiara del periodo comunque drammatico ma storico che stiamo vivendo. Il Tricolore ha illuminato nella notte la Torre Saracena, uno dei simboli conosciuti nel mondo della Costiera Amalfitana che in questo modo ha voluto abbracciare non solo l’Italia ma davvero l’intero Pianeta con un gesto di grande amore anche per infermieri, medici, volontari e quanti stanno dando la vita per gli altri”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments