NAPOLI (di Vera Muscerino)- Come si svolgerà il concorso per abilitati 2018, quali le procedure e soprattutto come affrontarlo senza ansia? Sono queste le domande che i circa 50mila aspiranti docenti si stanno ponendo da mesi. L’incontro organizzato dalla rivista Oggiscuola.it, in collaborazione con Iconea e FederIstruzione, che si terrà a Napoli il 10 Maggio alle ore 16.30, presso la Sala Spinelli del  dipartimento di Scienze Politiche della Università Federico II, mira proprio a dare risposte a tutte queste incognite. Un tentativo concreto per fare chiarezza in merito a una questione che di chiarezza pare non averne molta. Il bando, infatti, fa riferimento a un colloquio di natura didattico-metodologica, durante il quale i docenti dovranno, tra l’altro, dimostrare la padronanza di una lingua straniera per una conoscenza pari almeno a un livello B2, di cui però non è richiesta certificazione alcuna.

La prova, dalla durata massima di 45 minuti, consisterà in una vera e propria simulazione di una lezione scolastica, le cui tematiche, nel rispetto dei programmi ministeriali, saranno relative alla classe disciplinare di appartenenza. Queste indicazioni, tuttavia, non sembrano preparare realmente i docenti all’esame cui stanno per andare incontro e, coi tempi che stringono, workshop come questo possono fare la differenza.

“Un seminario formativo molto articolato – afferma Antonio Scarpellino, Segretario Generale di FederIstruzione – dove abbiamo voluto mettere a disposizione di tutti i candidati, persone che forniranno loro le dritte su come affrontare il concorso in modo razionale”.

Momento cruciale del seminario, l’intervento ad opera del prof. Vincenzo Scarpellino (PHD, Formatore ed esperto nazionale), dal titolo “La Dinamica dell’intervento didattico: dalla progettazione alla valutazione”.

Sarà proprio il padrone di casa, il prof. Marco Musella. direttore del Dipartimento di Scienze Sociali della Federico II, ad avviare uno degli incontri più attesi dell’anno, che sarà moderato dalla dott.ssa Anna Zollo, esperta in comunicazione e didattica.

Molte le personalità di rilievo che prenderanno parte al seminario e metteranno le proprie conoscenze a disposizione di tutti i partecipanti, al fine di aiutarli a fare chiarezza in materia. Preziose saranno le direttive della dott.ssa Giovanna Scala che, in quanto Dirigente Scolastico dell’Istituto Isabella d’Este-Caracciolo di Napoli, saprà sicuramente indicare agli aspiranti docenti la strada giusta da seguire per una buona riuscita del concorso. Non solo, in aiuto ai docenti in disarmo, Giuseppe Mauro, Presidente Iconea e Daniele Graziano, esperto legale del settore Scuola, Antonio Scarpellino, Segretario Generale di FederIstruzione, Vincenzo Scarpellino, PHD, Formatore, nonchè Paola Fancone, coordinatore legale FederIstruzione.

Un momento importante nella storia dell’istruzione italiana, cui le Istituzioni non possono mancare; a rappresentarle il 10 maggio saranno l’assessore Regione Campania all’Istruzione e alle Politiche Sociali, Lucia Fortini, e l’On. Paolo Russo, deputato parlamentare FI.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments