NAPOLI –  Un Premio dedicato al Professore Giovanni Parisi per favorire il diritto allo studio e la parità di genere nell’accesso alle lauree di area scientifico-tecnologica e per incoraggiare e sostenere il percorso formativo dei giovani.
Si svolgerà mercoledì 22 maggio la prima edizione dell’evento dedicato alla memoria dello scienziato e Professore Ordinario di Biologia generale presso la Facoltà di Scienze dell’Università di Napoli “Federico II”, nonché studioso di fama internazionale e autorevolissimo socio del Lions Club Napoli Host, deceduto il 2 ottobre 2022.
L’evento si terrà presso l’Aula magna del Centro congressi dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” in Via Partenope, alle ore 16.00 e prevede i saluti istituzionali di Rossella Fasulo, Presidente Lions Club Napoli Host Club, nonché Presidente dell’Ordine dei Chimici e dei Fisici della Campania (che è tra i sostenitori dell’evento). Il ricordo di Giovanni Parisi sarà affidato a Grazia Salerno, che si soffermerà sulla figura di Giovanni Parisi come scienziato illustre, uomo di grande personalità e Lions ammirevole per la sua grande attività di volontariato. Interverranno poi amici e colleghi, l’On. Vincenzo D’Anna, Presidente FNOB e suo allievo universitario, e il Dott. chimico Maria Vittoria Maradei, sua allieva per scelta.
Il vincitore sarà proclamato durante la cerimonia. Ventisei le tesi in concorso, tutte incentrate su aspetti correlati al ruolo della chimica nello sviluppo sostenibile. A premiare la tesi vincitrice in Chimica con una borsa di studio di 3 mila euro saranno la vedova Angelina Imparato Parisi e la presidente Rossella Fasulo. Il professor Ermanno Bocchini, grande amico di Giovanni Parisi, Past Direttore Internazionale del Lions Club Internationale, e il Dottor Pasquale Bruscino, Governatore Distretto 108YA Lions International, concluderanno la cerimonia con un loro personale intervento.

Il Premio Giovanni Parisi è stato organizzato grazie alla dedizione della consorte, Angelina Imparato Parisi, che si è fatta promotrice di questa iniziativa nel segno della continuità dell’amore per la scienza e per i giovani, sempre dimostrato dal docente, ed ha ottenuto il patrocinio della Regione Campania, dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, dell’Accademia Pontaniana, del Dipartimento di Chimica e Biologia dell’Università degli Studi di Salerno, della Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici, della Federazione Nazionale degli Ordini dei Biologi, dell’Ordine dei Biologi Campania e Molise, dell’Ordine Regionale dei Chimici e dei Fisici della Campania, dell’Ordine dei Farmacisti della Provincia di Napoli, della Società Chimica Italiana – Sezione Campania, e del Lions International Distretto 108Ya.

Il Premio Giovanni Parisi è stato organizzato grazie alla dedizione della consorte, Angelina Imparato Parisi, che si è fatta promotrice di questa iniziativa nel segno della continuità dell’amore per la scienza e per i giovani, sempre dimostrato dal docente, ed ha ottenuto il patrocinio della Regione Campania, dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, dell’Accademia Pontaniana, del Dipartimento di Chimica e Biologia dell’Università degli Studi di Salerno, della Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici, della Federazione Nazionale degli Ordini dei Biologi, dell’Ordine dei Biologi Campania e Molise, dell’Ordine Regionale dei Chimici e dei Fisici della Campania, dell’Ordine dei Farmacisti della Provincia di Napoli, della Società Chimica Italiana – Sezione Campania, e del Lions International Distretto 108Ya. Il vincitore sarà proclamato durante la cerimonia. 26 le tesi in concorso, tutte incentrate su aspetti correlati al ruolo della chimica nello sviluppo sostenibile.

Il Premio Giovanni Parisi è stato organizzato grazie alla dedizione della consorte, Angelina Imparato Parisi, che si è fatta promotrice di questa iniziativa nel segno della continuità dell’amore per la scienza e per i giovani, nutrito dal docente ed ha ottenuto il patrocinio della Regione Campania, dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, dell’Accademia Pontaniana, del Dipartimento di Chimica e Biologia dell’Università degli Studi di Salerno, della Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici, della Federazione Nazionale degli Ordini dei Biologi, dell’Ordine dei Biologi Campania e Molise, dell’Ordine Regionale dei Chimici e dei Fisici della Campania, dell’Ordine dei Farmacisti della Provincia di Napoli, della Società Chimica Italiana – Sezione Campania, e del Lions International Distretto 108Ya.

Note sul Prof. Giovanni Parisi.
Personalità poliedrica fin da bambino, rimase orfano di madre e si impegnò con profitto negli studi. Fin da giovanissimo fu per alcuni anni tecnico- biologo presso l’ antico Centro Sieroterapico napoletano oggi CNR. In seguito, ha svolto la sua carriera professionale alla gloriosa Università Federico II occupando cattedre delle facoltà chimiche e biotecnologiche. Da studioso, parlava correttamente la lingua inglese e aveva capacità di lettura e di relazione in lingua francese. Giovanni Parisi ha mostrato di possedere rare capacità e competenze relazionali; personalità affabile capace di ispirare fiducia, mantenne sempre proficui rapporti lavorativi con colleghi sia in ambito nazionale e in ambienti multiculturali; degno di nota è il sodalizio con l’Organisch-Chemisches-Institut Zurig diretto dal Prof.C:H:Eugster. E’ stato assiduo frequentatore ed oratore dell’Accademia Pontaniana.
Gli sono state riconosciute sempre capacità e competenze organizzative specificatamente nel coordinamento di persone e progetti, nella operatività laboratoriale e nella didattica. Pur essendo un prof di vecchia guardia, aveva molto precocemente intuito l’importanza del web e si era dotato dei mezzi per poter operare attraverso la rete.
La personalità di Giovanni Parisi si comprende appieno se si considera il suo impegno in attività di volontariato: ha militato molti decenni nell’ associazione internazionale Lions. Quale socio, ha ricoperto più volte la carica di Presidente di club e ha svolto molti Services distrettuali mostrando sempre attaccamento all’etica lionistica e esprimendo al massimo i valori di amicizia e solidarietà dell’Associazione, a servizio del prossimo.
Con la compagna di vita Alina, ha compiuto lunghi viaggi, spinto dall’interesse di apprendere e imparare. Al rientro, ogni volta procedeva a reportage storici, geografici, artistici e personali che conservava nella sua biblioteca.
Tra gli interessi spiccano la musica lirica e non mancava mai alle prime del Teatro San Carlo. E’ stato scacchista e illustratore, infatti le copertine dei suoi libri erano disegnate da lui. Amichevole, cordiale, improntato alla gentilezza, quando malato ha compreso avvicinarsi la fine ha espresso il desiderio di aiutare i giovani non abbienti nella ricerca.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments