NAPOLI – L’Associazione Dimore Storiche Italiane (ADSI) celebra l’impegno verso la ricerca accademica nel campo del Patrimonio dei Beni Culturali. In occasione dell’incontro dal titolo «Valorizzazione, attualizzazione e tutela: il ruolo delle dimore storiche italiane», in collaborazione con la Sezione Campania svoltosi questa mattina presso Palazzo Ricca, sede della Fondazione Banco di Napoli in via Tribunali, si è svolta la premiazione della V edizione del Premio Tesi di Laurea ADSI.

L’evento rappresenta non solo l’occasione per celebrare i giovani laureati ma anche il momento cruciale per annunciare il lancio del nuovo bando 2024 del Premio Tesi di Laurea A.D.S.I., mirato a promuovere e valorizzare le ricerche nel campo dei Beni Culturali privati vincolati. La giornata è stata arricchita da una tavola rotonda di alto livello dedicata alla discussione sull’importanza della conservazione e tutela delle dimore storiche italiane. Questo confronto ha coinvolto proprietari, istituzioni, associazioni e imprenditori che condividono ogni giorno un impegno tangibile nella valorizzazione del patrimonio culturale e artistico del nostro territorio. Dopo i saluti di Orazio Abbamonte, Presidente Fondazione Banco di Napoli e Riccardo Imperiali di Francavilla, Presidente ADSI Campania che ha moderato l’incontro, sono intervenuti: Giovanni Ciarrocca, Segretario Generale ADSI, Esmeralda Valente, della direzione Generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio Ministero della Cultura, Alberto Sifola, Architetto, Presidente Friends of Naples, Giovanni Fiore e Glauco Cerri, Palazzo del Catasto Napoli.

Culmine dell’evento è stata la proclamazione della tesi vincitrice e dei due finalisti scelti dalla giuria tra le eccellenti candidature provenienti da diverse università italiane. La V edizione ha visto la partecipazione di giovani autori di tesi di laurea magistrale provenienti da svariate facoltà, rappresentando un ampio spettro di competenze e approcci.

La giuria, composta dai membri dell’ADSI, ha espresso apprezzamento per l’eccellente qualità scientifica dei lavori presentati e ha designato i tre finalisti.

La cerimonia di premiazione si è svolta alla presenza dell’onorevole Luciano Schifone consigliere del Ministro della Cultura e dei componenti della giuria consiglieri dell’ADSI Immacolata Afan de RiveraGianludovico de Martino e Wolfgang von Klebelsberg, che hanno letto le motivazioni e consegnato i premi.

La tesi vincitrice è stata quella di Laura De Riso e Marina Curcio relativa a Villa della Rocca a Gragnano, della Facoltà di Architettura dell‘Università Federico II di Napoli. Al secondo posto si è classificata Giorgia Misia, con la tesi su Palazzo Merendino-Costantino a Palermo, della Facoltà di Architettura dell’Università degli studi di Palermo. La terza posizione è stata conquistata da Laura Coppetta e Angela Mandriota, con la ricerca su come valorizzare le Dimore Storiche marchigiane, focalizzata sul caso di Villa Leonardi a Treia, della Facoltà Edile-Architettura dell’Università Politecnica delle Marche.

Il Presidente di ADSI, Giacomo di Thiene, ha dichiarato: “È stato un appuntamento entusiasmante che ha messo in luce l’importanza di un dibattito completo sulla conservazione e la tutela delle dimore storiche italiane. La partecipazione attiva di proprietari, istituzioni, associazioni e imprenditori ha offerto un’opportunità preziosa per valorizzare il nostro patrimonio culturale e artistico. Sono rimarcate l’importanza e la necessità di coinvolgere i giovani in queste tematiche fondamentali, relative alla conservazione, valorizzazione e uso sostenibile di questi beni storici. Invito con entusiasmo tutti i laureati interessati a partecipare attivamente al concorso, poiché il loro contributo è essenziale per preservare il nostro straordinario patrimonio.”

Parallelamente alla premiazione, ADSI ha annunciato il nuovo bando per il 2024 del Premio Tesi di Laurea, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare ulteriormente le ricerche svolte dai giovani studiosi nel settore del Patrimonio dei Beni Culturali privati vincolati. Il Bando 2024 è aperto ai laureati che abbiano svolto una Tesi di Laurea Magistrale o di Specialistica in Beni architettonici e del Paesaggio. Le tematiche di interesse includono la conservazione, la valorizzazione, l’utilizzo produttivo, e l’impiego di tecnologie innovative per rendere sostenibile la valorizzazione di tali beni. La Commissione esaminatrice delle tesi, nominata da ADSI, concluderà il proprio lavoro entro il 21 ottobre 2024, annunciando i nomi dei finalisti sul sito dell’Associazione Dimore Storiche Italiane.

Per ulteriori informazioni sul nuovo bando e sul Premio Tesi di Laurea A.D.S.I., si prega di visitare il sito ufficiale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane:

https://www.associazionedimorestoricheitaliane.it/event/414941/vi-edizione-bando-tesi-di-laurea-a-d-s-i-2024/?lan=it&tab=242533&profile-login=no&region=

 

Associazione Nazionale Dimore Storiche 

L’Associazione Dimore Storiche italiane, Ente morale riconosciuto senza fini di lucro, è l’associazione che riunisce i titolari di dimore storiche presenti in tutta Italia. Nata nel 1977, l’Associazione conta attualmente circa 4500 soci e rappresenta una componente significativa del patrimonio storico e artistico del nostro Paese. L’Associazione promuove attività di sensibilizzazione per favorire la conservazione, la valorizzazione e la gestione delle dimore storiche, affinché tali immobili, di valore storico-artistico e di interesse per la collettività, possano essere tutelati e tramandati alle generazioni future nelle condizioni migliori. Questo impegno è rivolto in tre direzioni: verso i soci stessi, proprietari dei beni; verso le Istituzioni centrali e territoriali, competenti sui diversi aspetti della conservazione; verso la pubblica opinione, interessata alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale del Paese.

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments