NAPOLI – Quindici progetti per riqualificare l’ex mercato di Sant’Anna di Palazzo. E sei viaggi premio per i migliori studenti dell’istituto Della Porta Porzio di Napoli che hanno immaginato nuove proposte per la struttura disegnata dall’architetto Salvatore Bisogni nel cuore dei quartieri spagnoli, a Sant’Anna di Palazzo. Si chiude così la nona edizione di “E adesso?”, il progetto di orientamento al lavoro di Acen, Inail Campania, ITL di Napoli, Collegio dei Geometri di Napoli e Istituto per Geometri Della Porta-Porzio, che ha già interessato circa mille studenti napoletani, in nove edizioni. Il progetto ha incontrato anche il sostegno del Comune di Napoli.

Ai sei studenti premiati oggi nella sede dell’Acen da una qualificata commissione composta da accademici, esperti e imprenditori, l’Associazione dei costruttori assegna un viaggio premio a Ivrea, con visita all’archivio storico Olivetti e al Museo a cielo aperto di Architettura Moderna. A totalizzare il maggiore punteggio è stata Annamaria Cozzoli, che ha immaginato per l’ex mercato una struttura multipiano con finalità laboratoriali: aperta h 24, punta all’incontro tra generazioni ed etnie oltre alla rimozione delle cause del disagio sociale. All’ultimo piano della struttura basata sulla riscoperta dei cinque sensi, un cat cafè e un orto sociale. A seguire i cinque apprezzati progetti di Raffaele Palma, Gianluca Morra, Andrea Trancone, Francesco Mauro e Luca De Bernardo.

Il percorso “E adesso?” è durato sette mesi, ha interessato quest’anno centodieci studenti e ha fornito agli futuri geometri il ‘know how’ per affrontare la ricerca del lavoro dipendente, per affacciarsi al mondo delle professioni e all’imprenditoria. Con un focus sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Particolarmente apprezzata la testimonianza di Pino Maddaloni, che nel 2000 ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpia di Sydney, e quelle dell’Associazione Antiracket, dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, del Centro per l’impiego di Fuoriogrotta e di Manpower group srl, partner del progetto che da due anni rientra nei percorsi di Alternanza Scuola Lavoro. Ad aprire e chiudere i lavori Federica Brancaccio, Daniele Leone, Alessandra Clemente, Carmine Di Sarno, Alessandra Guida e Annamaria Gamardella.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments