NAPOLI – Pannolini, salviettine, biberon, tutine: sono solo alcuni dei prodotti di prima necessità che chiunque può donare per aiutare i bambini di 0-6 anni che vivono con le loro famiglie in contesti di degrado economico ed educativo di alcune città italiane.

Torna la “Spesa sospesa” iniziativa che Mission Bambini, che da oltre 20 anni opera per sostenere l’infanzia in difficoltà, realizza grazie al fondamentale supporto di Chicco: dal 13 marzo al 13 aprile, chiunque effettuerà acquisti in uno dei 114 punti vendita Chicco di tutta Italia, avrà l’opportunità di donare una vera e propria spesa sospesa aggiungendo ai propri acquisti alcuni prodotti accuratamente selezionati e necessari ai bambini più bisognosi sostenuti da Mission Bambini.

I prodotti donati attraverso la “Spesa sospesa” saranno raccolti e consegnati da Chicco alla Fondazione che si occuperà poi della distribuzione alle Stelle Mission Bambini, una rete di centri educativi riuniti nel progetto Scintilla e dedicati a oltre 200 bambini che vivono in contesti di povertà educativa e fragilità socio-economica caratterizzati dalla scarsa presenza o assenza di servizi di qualità per la prima infanzia a Bari, Sesto San Giovanni (MI), Napoli e Catania.

Sara Modena, Direttore Generale di Mission Bambini “Da oltre 20 anni il nostro lavoro accanto a tutti quei bambini, e le loro famiglie, che vivono in situazioni di fragilità estrema ci porta nei contesti più difficili delle città italiane per offrire ai più piccoli la possibilità di uscire dall’emarginazione sociale. Un grazie di cuore va a Chicco che ha scelto di essere al nostro fianco anche quest’anno per garantire un aiuto concreto alle famiglie più fragili”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments