NAPOLI – “La cartella clinica elettronica nel contesto della Sanità italiana: potenzialità prospettive e sinergie”.

Questo il tema della due giorni organizzata a Napoli dalla Direzione regionale Inail Campania in collaborazione con l’Università degli studi di Napoli “Federico II” in programma il 4 e 5 novembre con inizio il primo giorno alle 14 e 8,30 il secondo giorno, presso l’Aula Magna – Centro congressi dell’Università di Napoli “Federico II”- Via Partenope, 36

Nel corso delle due giornate dirigenti medici Inail e di altre Istituzioni, giuristi e rappresentanti del mondo accademico si confronteranno per un approfondimento specifico e significativo sul tema che necessita di conoscenze aggiornate, appropriate e pertinenti.

L’innovazione digitale nella sanità italiana, sia pubblica che privata, individua nella Cartella clinica elettronica uno dei trends principali del 2019, infatti dall’indagine dell’Osservatorio Innovazione digitale in sanità del Politecnico di Milano è emerso che la Cartella Clinica Elettronica si conferma il tema principale fra le competenze digitali soprattutto in ragione del fatto che costituisce un obiettivo strategico di tutte le strutture sanitarie.

Dal citato studio emerge, altresì, che le Direzioni sanitarie individuano nella Cartella Clinica Elettronica una imprescindibile priorità nel processo di smaterializzazione degli atti, consultazione tempestiva dei referti, contemporanea condivisione delle immagini, appropriatezza gestionale manageriale (order management).

Non meno importanti e strategiche, nella comune logica innovativa, rivestono funzionalità avanzate come la gestione del diario medico, di quello infermieristico, di quello prescrittivo-terapeutico-riabilitativo.

L’Inail, per il ruolo istituzionale rimesso dal Legislatore, è sempre più coinvolta in questa fervida fase evolutiva e porre oggi l’attenzione su complesse e delicate tematiche attinenti la Cartella clinica elettronica costituisce un basilare momento tecnico per migliorare ed integrare sempre più i molteplici servizi resi agli assicurati, alle parti datoriali, alle parti sociali.

Ai lavori parteciperanno tra gli altri Daniele Leone, Direttore regionale Inail Campania, Patrizio Rossi, neo Sovrintendente sanitario Centrale, Sandro Staiano, Preside Facoltà di giurisprudenza Università degli studi di Napoli “Federico II”, Raffaele Calabrò, Rettore Università Campus Bio-Medico CRUI – Roma, Luigi Califano, Presidente Scuola di Medicina e Chirurgia, Silvestro Scotti, Presidente Ordine dei medici di Napoli, Riccardo Zoja, Presidente SIMLA, Antonio Tafuri, presidente ordine degli avvocati di Napoli, Patrizia Sannino, presidente regionale ANMIL e Claudio Buccelli, Ordinario di Medicina Legale Università degli Studi di Napoli “Federico II”

Ad introdurre i lavori Pietro G. Iacoviello, Sovrintendente sanitario regionale.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami