colao

NAPOLI – In occasione della nuova rassegna Primavera in Floridiana, che prevede, fino a giugno, oltre 30 appuntamenti nel Museo e nel Parco con la scienza, la musica, la salute, la danza, la botanica, le antiche discipline orientali, per la prima volta, il Polo museale della Campania, diretto da Anna Imponente ha aderito  a Campus Salute e accoglie, nell’area antistante il Museo Duca di Martina, diretto da Luisa Ambrosio,  il Campus Salute Donna.

Campus Salute –dedicato in questa edizione alle donne- è un progetto nato a Napoli e ormai  diffuso in tutto il territorio nazionale con decine di manifestazioni  che coinvolgono centinaia di migliaia di persone l’anno e centinaia di medici volontari per una attività di prevenzione con visite mediche gratuite.

Questa attività consente di salvare la vita a moltissime persone ogni anno. La manifestazione è coordinata dal presidente Annamaria Colao, professore alla Università Federico II, endocrinologa di fama internazionale tra le prime quindici scienziate italiane in tutto il mondo.

Nel corso dei tre giorni i napoletani hanno avuto accesso al Campus organizzato come un vero e proprio ospedale con la possibilità di visite mediche semplicemente procedendo all’accettazione all’ingresso delle strutture così come avviene in un normale reparto di una struttura sanitaria. Le visite, dedicate esclusivamente alle donne, saranno eseguite dai tanti medici volontari che partecipano al Campus seguendo l’ordine di arrivo e registrazione. Numerose le specialistiche,  visite alla tiroide, endocrinologia, senologia, cardiologia e ginecologia che saranno garantite per un percorso di prevenzione adeguato che rappresenta il primo passo per una società più sana e consapevole.

“Per garantire uno stile di vita corretto che rappresenta la vera prevenzione – spiega Annamaria Colao, coordinatore scientifico del progetto-  bisogna condurre una battaglia costante che metta insieme tutte le professionalità e faccia conoscere le problematiche di tutte le malattie. Per questo motivo siamo attivi sempre con un progetto multidisciplinare in questo caso destinato al sesso femminile nel campo della prevenzione per informare, educare e curare. La medicina di genere è un passo in avanti importante per poter garantire meglio la salute dei cittadini. A maggior ragione quando protagoniste sono le donne cui spesso è demandata la cura dell’intera famiglia e, dunque, dell’intera società”.

VIDEO

https://www.youtube.com/watch?v=9P5xfSC8No0&feature=youtu.be

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments