BRASILE – Un volontario della sperimentazione clinica in Brasile di AstraZeneca/Oxford per il vaccino anti Covid-19 è morto.

Lo riferisce la Reuters – ripresa dall’agenzia Bloomberg – citando l’autorità sanitaria brasiliana Anvisa e l’università federale di San Paolo che contribuisce a coordinare la fase 3 della sperimentazione nel Paese sudamericano.

Anvisa precisato in una nota che la sperimentazione proseguirà.

Proprio oggi il presidente del centro di ricerca Irbm di Pomezia, Piero Di Lorenzo, che collabora con l’Università di Oxford per la realizzazione del vaccino anti Covid 19 per AstraZeneca, aveva confermato la disponibilità delle prime dosi entro dicembre, già annunciata nei giorni scorsi dal presidente del consiglio Giuseppe Conte. Questo decesso di sicuro farà slittare i tempi di consegna del vaccino.

Intanto dalla Cina la Sinopharm, ha annunciato la produzione di massa.

Il presidente Liu Jingzhen, ha affermato che Sinopharm “è pronta a realizzare una produzione su larga scala di vaccini”. La Cina potrebbe produrre oltre 610 milioni di dosi di vaccini entro la fine dell’anno.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments