Il mondo della politica piange Silvio Berlusconi, morto oggi all’età di 86 anni. Il cavaliere era ricoverato da quattro giorni all’ospedale San Raffaele di Milano. Berlusconi era tornato al San Raffaele lo scorso venerdì. In mattinata, le condizioni si sarebbero aggravate e subito il fratello Paolo e i figli sono accorsi in ospedale.

“Silvio Berlusconi, indipendentemente da come lo si giudichi politicamente, è stato un uomo che ha amato il suo paese, una persona generosa che ha dedicato parte della sua vita all’interesse nazionale. In questo momento vogliamo solo esprimere il nostro cordoglio alla famiglia e rivolgere e condividere il sentimento di gratitudine per la particolare attenzione che il presidente Berlusconi ha sempre dimostrato per la città di Napoli”. Lo ha dichiarato il presidente di Confcommercio Campania Pasquale Russo

Calenda: «Esprimo le condoglianze mie e di Azione alla famiglia e alla comunità di Forza Italia, per la morte di Silvio Berlusconi. Ha lottato fino alla fine contro la malattia con un coraggio incredibile. Riposi in pace».

«Arrivederci Silvio, hai vissuto la tua vita fino all’ultimo minuto, senza mai mollare. Buon viaggio». Lo scrive su Facebook la ministra per la disabilità Alessandra Locatelli.

«Silvio Berlusconi ha fatto la storia in questo Paese. Tanti lo hanno amato, tanti lo hanno odiato: tutti oggi devono riconoscere che il suo impatto sulla vita politica ma anche economica, sportiva, televisiva è stato senza precedenti. Oggi l’Italia piange insieme alla famiglia, ai suoi cari, alle sue aziende, al suo partito. A tutti quelli che gli hanno voluto bene il mio abbraccio più affettuoso e più sincero. In queste ore porto con me i ricordi dei nostri incontri, dei tanti consigli, dei nostri accordi, dei nostri scontri. Ma soprattutto di una telefonata in cui Silvio, non il Presidente, mi ha fatto scendere una lacrima parlando della mamma. Ci mancherai Pres, che la terra ti sia lieve». Così Renzi su Facebook.

«Un grande uomo e un grande italiano». Così il vicepremier e ministro delle infrastrutture e trasporti, Matteo Salvini, questa mattina a lesa in provincia di Novara, ha chiesto un minuto di silenzio per Silvio Berlusconi deceduto oggi al San Raffaele. Il leader della Lega ha annullato gli appuntamenti pubblici.

La notizia della morte di Silvio Berlusconi fa il giro del mondo: dalla Bbc al Guardian, dalla Cbs a Sky News, da Al Jazeera a Arab News, da Le Monde al El Pais, da Indian Times al Financial Time, da Deutsche Welle al Jerusalem Post, al Japan Times, tutti hanno la breaking news della scomparsa del Cavaliere.

“Come una livella Berlusconi “immortale” lascia la vita terrena e sul piano umano condoglianze e vicinanza ai suoi cari, sul piano politico e pubblico la fiducia è in una analisi oggettiva e che non si costruisca una specie di messia o di beato adorato da apostoli e discepoli.” Lo scrive in un tweet Luigi de Magistris

«Berlusconi ha fatto la storia del nostro Paese. La sua scomparsa segna uno di quei momenti in cui tutti, che siano stati vicini o lontani dalle sue scelte, si sentono coinvolti. Affetto e vicinanza ai suoi familiari e ai suoi amici. E a tutta la comunità politica di Forza Italia», lo scrive Enrico Letta su Twitter.

«Silvio Berlusconi è stato un imprenditore e un politico che in ogni campo in cui si è cimentato ha contribuito a scrivere pagine significative della nostra storia. Ha acceso e polarizzato il dibattito pubblico forse come nessun altro, e anche chi lo ha affrontato da avversario politico deve riconoscere che non gli sono mai mancati il coraggio, la passione, la tenacia». Lo scrive sui social il presidente del M5s, Giuseppe Conte. «In questo momento di profondo dolore – aggiunge l’ex premier – tengo a far pervenire ai suoi cari e alla sua famiglia il sincero e rispettoso cordoglio mio e del Movimento 5 Stelle».

«Con profondo dolore ho appreso la notizia della scomparsa di Silvio Berlusconi, un protagonista assoluto della storia economica, industriale e politica italiana, europea e internazionale. Ai suoi familiari, ai suoi cari, al partito di Forza Italia e a coloro che lo hanno sempre considerato un punto di riferimento esprimo i sentimenti del più profondo cordoglio». Lo dichiara il Presidente della Camera dei deputati, Lorenzo Fontana.

«Sono sconvolto. Per me è venuto a mancare un fratello. Non me lo aspettavo. Pensavo che superasse anche questa. Sono senza parole». Lo dice all’Adnkronos, tra le lacrime, Marcello Dell’Utri, l’ex senatore di Forza Italia, commentando la notizia della morte di Silvio Berlusconi.

«La morte del presidente senatore Silvio Berlusconi lascia un dolore immenso. Scompare un gigante della politica italiana, colui che ha concepito il centrodestra moderno, senza la cui intelligente opera non sarebbe stato possibile affermare quei valori di libertà che hanno ispirato le coalizioni liberalconservatrici a partire dal Polo delle Libertà». Lo scrive sui social il ministro dell’Istruzione, Giuseppe Valditara.

«Con Silvio Berlusconi scompare un leader che ha lasciato un segno profondo nell’Italia degli ultimi decenni. Per tutti, oggi è il momento del cordoglio, della vicinanza alla sua famiglia e alla comunità di Forza Italia». È il messaggio diffuso su Twitter dal commissario europeo per l’Economia, Paolo Gentiloni.

«Sono commosso. Per tanti anni è stato come un fratello». Lo ha dichiarato Umberto Bossi sulla scomparsa del presidente di Fi Berlusconi.

«Io sono stato un amico personale e per me è stato una sorta di fratello maggiore, anche se lui non piaceva, perché mi considerava un suo coetaneo, pur avendo 16 anni di più». L’ha detto il presidente del Senato, Ignazio La Russa, ricordando Silvio Berlusconi, in collegamento telefonico con il Tg1.

“Con la scomparsa di Silvio Berlusconi se ne va un pezzo di storia dell’Italia, ha dominato indubbiamente gli ultimi trent’anni della vita politica nazionale ed internazionale. Ha sempre sostenuto di essere un napoletano nel cuore, amava molto Napoli. È stato molto amato e molto odiato ma tutti devono riconoscere che nella vita politica ma anche economica, sportiva, televisiva è stato geniale, unico, lo dichiara in una nota Vincenzo Varriale Commissario in Campania del Centro Democratico”.

«AC Milan profondamente addolorato piange la scomparsa dell’indimenticabile Silvio Berlusconi e si stringe con affetto alla famiglia, ai collaboratori e agli amici più cari. Domani sogneremo altri traguardi, inventeremo altre sfide, cercheremo altre vittorie. Che valgano a realizzare ciò che di buono, di forte, di vero c’è in noi, in tutti noi che abbiamo avuto questa avventura di intrecciare la nostra vita a un sogno che si chiama Milan. Grazie Presidente, per sempre con Noi». Così il Milan su Twitter.

«Silvio Berlusconi era soprattutto un combattente, era un uomo che non aveva mai avuto paura a difendere le sue convinzioni e sono state esattamente quel coraggio e quella determinazione a farne uno degli uomini più influenti della storia d’Italia, a consentirgli di imprimere delle vere e proprie svolte nel mondo della politica, della comunicazione e dell’impresa». Così la premier Giorgia Meloni in un videomessaggio.

«Con la scomparsa del Presidente Berlusconi se ne va un’epoca della storia italiana e delle nostre vite. Nella mia mente si affollano un’infinità di ricordi: alcuni belli ed anche divertenti che hanno segnato la nostra amicizia, altri più amari, com’è inevitabile nelle cose di questo mondo». Così Pier Ferdinando Casini su Instagram. «Silvio è stato un grande della vita italiana e penso che, a questo punto, dovrebbero riconoscerlo anche i suoi oppositori: il che non significa condivisione, ma rispetto. Ho negli occhi l’ultima passeggiata che feci con lui nel parco della sua villa ad Arcore, dopo la riconferma del Presidente Mattarella: addio Silvio, tu sai che, nonostante i nostri contrasti, ti ho voluto bene!».

«Affranto, senza parole, con immenso dolore piango l’amico, il maestro di tutto, la persona che mi ha cambiato la vita per oltre 43 anni. Riposa in pace caro Presidente. Con tanto, tanto amore». È il messaggio di Adriano Galliani, vicepresidente del Monza, dopo la morte di Silvio Berlusconi

«È scomparso un grande italiano, che con il suo spirito d’impresa, la sua inventiva e la sua generosità ha incarnato i valori più nobili della Nazione». È quanto afferma il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, ricordando la figura di Silvio Berlusconi. « Berlusconi ha messo tutto questo a disposizione della Repubblica, con un impegno politico mosso da grandi visioni e ideali e sempre animato da uno spiccato europeismo e da un forte atlantismo. Al centro della sua azione c’è sempre stata la difesa della libertà – sottolinea il titolare del Mic – Oggi tutta l’Italia lo piange e si stringe alla sua famiglia con calore e autentica partecipazione». In un tweet, Sangiuliano scrive che Silvio Berlusconi è stato «un grande italiano che ha sempre amato la sua Nazione e ne ha fatto la Storia», esprimendo «cordoglio e commozione dal più profondo del cuore».

Le immagini in bianconero di Silvio Berlusconi bambino, poi le immagini a colori degli ultimi anni e in biancorosso delle ultime stagioni. Lo ricorda così il Monza. La voce di Berlusconi riempie la diffusione di foto e video trasmessi dal club sulla sua pagina Instagram: «Chi ci crede combatte, chi ci crede supera tutti gli ostacoli, chi ci crede vince», scandisce Berlusconi nella frase divenuta simbolo della società. Dove Silvio Berlusconi, con il fratello e presidente onorario Paolo e il vicepresidente vicario Adriano Galliani, l’8 ottobre 2022 aveva intitolato il centro sportivo Monzello alla memoria di Luigi Berlusconi. «Noi vogliamo portare il Monza alla gloria della serie A», raccontano le parole di Silvio Berlusconi all’acquisizione del club, nel settembre 2018. «L’anno prossimo o l’anno dopo vogliamo vincere lo scudetto», proseguiva ancora Berlusconi durante una cena con la squadra, all’indomani della prima delle due vittorie stagionali contro la Juventus.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments