regione-campania

NAPOLI – L’Assessorato Legalità, Sicurezza, Immigrazione della Regione Campania, attraverso l’Ufficio per il Federalismo e dei sistemi territoriali e della sicurezza integrata, ha finanziato nell’ambito delle iniziative, di cui alla legge regionale numero 7 del 2012, e in linea con quanto programmato con il Piano annuale per i beni confiscati dell’anno in corso, venti progetti di ristrutturazione di altrettanti beni confiscati sottratti alla criminalità organizzata, per un valore complessivo di 1.782.174,80 euro.

​I destinatari di tale finanziamento sono venti Comuni di cui nove della provincia di Caserta, quattro della provincia di Napoli, quattro della provincia di Salerno, due della provincia di Avellino e uno della città di Benevento.
​I progetti finanziati prevedono la ristrutturazione degli immobili confiscati alla camorra, in modo da adattarli alla realizzazione di attività istituzionali e sociali, rispondenti ai bisogni emersi nei vari territori.
​In particolare, gli interventi – commenta l’assessore Mario Morcone – consentiranno la realizzazione di attività educative rivolte ai minori. Alcune destinazioni saranno, invece, specifiche per attività terapeutiche e riabilitative con lo scopo di assistere le persone disabili.
​Alcuni immobili – continua l’assessore – saranno consegnati a delle famiglie bisognose. Metteremo a disposizione delle aree nelle quali genitori e figli possono svolgere contemporaneamente e separatamente attività sportive, lavorative e di formazione.
Creazione di spazi per svolgere il coworking, di spazi verdi, ricreativi e ludici per i bambini. Tutte occasioni di incontro e scambio socio-culturale per le comunità locali. Inoltre, un centro di ospitalità per nuclei composti da mamme e figli; un centro di accoglienza, recupero, incontro e assistenza per persone che vivono in condizione di povertà e marginalità sociale.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments