ROMA – Realizzazione in tempi ristretti di un piano di analisi delle vulnerabilità del territorio redatto da Comune e Regione con fondi messi a disposizione dal Governo, per meglio comprendere quali potrebbero essere le ricadute del bradisismo sul patrimonio immobiliare flegreo, di Pozzuoli in particolare.

Delineate le linee guida, questa mattina a Palazzo Chigi, durante l’incontro tra il Ministro della protezione Civile, Nello Musumeci, i sindaci di Pozzuoli (Luigi Manzoni), Bacoli (Josi Della Ragione), Quarto (Antonio Sabino), Monte di Procida (Giuseppe Russo) e il sindaco di Città Metropolitana Gaetano Manfredi.

“La riunione a Palazzo Chigi col ministro per la Protezione Civile Nello Musumeci sulla questione bradisismo – materia di cui mi sono occupato anche sul piano scientifico per molti anni – è stata molto utile. Sono state accolte le mie richieste finalizzate a: dotarci di un riferimento scientifico unitario per evitare il rischio di una comunicazione non omogenea che rischia di creare solo danni al territorio dei Campi Flegrei; aggiornare il piano di emergenza e conseguente evacuazione; disporre di ulteriori risorse e mezzi per la Protezione Civile dei singoli comuni; accelerare sulla formazione dei tecnici in collaborazione con le Università e l’Ingv. Ho inoltre sollecitato un approfondimento sul patrimonio edilizio già in condizioni precarie su cui intervenire a scopo preventivo”. Così il sindaco di Napoli e della Città Metropolitana, Gaetano Manfredi.

“Il ministro ha condiviso le nostre preoccupazioni, ora serve un impegno comune per garantire maggiore serenità ai nostri territori pur essendo consapevoli delle loro vulnerabilità – ha detto il sindaco di Pozzuoli, Manzoni, al termine dell’incontro – ma senza allarmismi e senza sottovalutare niente. Ho anche chiesto con forza al Governo di dotare l’Ufficio della Protezione civile locale di nuove risorse e mezzi”.

Il ministro della Protezione civile si è impegnato a convocare prossimamente le delegazioni delle città flegree a Palazzo Chigi per mettere a punto gli obiettivi fissati e individuare le prime, necessarie risorse finanziarie.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments