NAPOLI – La notizia era già trapelata sui media e dunque ho deciso di uscire allo scoperto confermando la volontà di candidatura di Ugo Maradona, il fratello dell’indimenticato Diego, a capolista della lista Napoli Capitale alle prossime elezioni comunali. Sarà felice di occuparsi di giovani, ragazzi e bambini fragili che vivono condizioni di disagio sociale ed educativo per poter garantire loro quei parametri essenziali di cui tutti hanno diritto. È ilsuo desiderio è di creare le condizioni per vedere gli “scugnizzi napoletani” felici su un campo di calcio o di gioco, sottraendoli alla strada e alla malavita. Maradona “scende in campo” con la “squadra” di Napoli Capitale, perché Napoli Capitale è affine , dal simbolo fino alle nostre “mission” (la difesa dei più deboli, il profondo convincimento sociale etc )alle sue idee. Martedi 3 agosto 2021 alle ore 11 al Gazebo davanti alla Curva B dello stadio “Diego Armando Maradona”ci sarà una conferenza stampa per ufficializzare la sua candidatura con la presenza dello stesso Hugo Maradona, di Catello Maresca e del sottoscritto. Sono invitati tutti coloro che amano Napoli e “il Napoli” e naturalmente i tifosi e i club che mai dimenticheranno Maradona.

Nell’occasione presenteremo i punti programmatici del suo piano per Napoli”. Lo ha detto Enzo Rivellini, presidente di Napoli Capitale.

CANIGLIA_2

Grande incertezza invece sul fronte liste candidati del centro sinistra. In queste ultime ore si fanno sempre più incessanti le voci di un accordo tra la lista civica “Ce simme sfasteriati” e Davvero rispettivamente rappresentate nell’assise comunale da Maria Caniglia, Stefano Buono e Marco Gauidini. I tre avrebbero proposto al neo candidato sindaco Gaetano Manfredi una lista dal Nome “Davvero-Sfasteriati” che avrebbe sostenuto l’ex ministro. Stando a quanto si apprende da ambienti vicini ai due schieramenti, la lista includerebbe anche il consigliere uscente Solombrino e Del Giudice. Insomma una squadra già collaudata a via Verdi, ma nelle ultime ore ci sarebbe stato un colpo di scena con un “veto” posto dal coordinatore di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli alla creazione della lista. Per il consigliere regionale l’incompatibilità è relativa alla lista Davvero che non si sposa con i valori e le ideologie di Europa Verde e poi ci sarebbe la condizione che prevede la non candidabilità di chi è stato assessore nella giunta uscente di de Magistris.

Un no che a quanto pare non è andato giù ai consiglieri uscenti che in queste ore spingono per un appartamento con Antonio Bussolino che, nelle ultime ore sembra raccogliere sempre più consensi ed essere il vero pericolo per Manfredi.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments