CASERTA –  «Fiera Agricola si conferma una grande occasione per tutto il comparto produttivo e non solo per il mondo dell’agricoltura. Anche quest’anno nei giorni della fiera si sono ritrovati imprenditori, produttori, artigiani e istituzioni che hanno avuto l’occasione di confrontarsi sulle problematiche del settore grazie anche ai focus organizzati nel padiglione di A1 Expò durante la rassegna. I miei complimenti ad Antimo Caturano, che ho avuto il piacere di salutare nel mio giro fatto alla fiera, e a tutta la famiglia per il grande lavoro che da anni portano avanti: Fiera agricola è ormai un appuntamento nazionale come dimostrano le tante presenze illustri che si sono registrate anche quest’anno. Nella mia passeggiata alla fiera ho infatti incontrato tra gli altri il general manager di Sgl Group Raffaele Cresta, Pasquale Di Matteo, amico maddalonese, dirigente della Wind, intagliatore del legno con la passione per la tammorra. Pasquale ha fondato l’associazione Germogli per preservare questa tradizione e realizza personalmente i vari strumenti». A dichiararlo è Vincenzo Santangelo, consigliere regionale del gruppo Italia Viva al consiglio regionale della Campania.

«I bandi Isi sono un’opportunità per tutte le imprese, eppure appena 25 aziende agricole sulle 11620 censite sul nostro territorio al 31 dicembre 2022 hanno presentato la domanda. Incontri come questo sono l’occasione per far conoscere i vantaggi che tali bandi danno alle aziende e ai lavoratori e per coinvolgere i vari attori istituzionali in un’azione di divulgazione e di promozione che possa aiutare l’Istituto nel compito di far conoscere tali possibilità. L’Inail di Caserta vuole incoraggiare le piccole e micro imprese del settore primario all’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro per avere soluzioni innovative tali da ridurre al minimo i rischi di infortunio abbattendo, nel contempo, le immissioni inquinanti». A dichiararlo è Giovanna Iovino, direttrice dell’Inail di Caserta in occasione della tavola rotonda che si è svolta sabato mattina nell’ambito della Fiera agricola all’A1 Expò di San Marco Evangelista a cui hanno partecipato i rappresentanti del mondo sindacali e quelli delle associazioni di categoria del mondo dell’agricoltura. «Attraverso i bandi Isi l’inali sostiene progetti per la prevenzione e la sicurezza sui luoghi di lavoro con un contributo che arriva fino al 65% del costo del progetto – ha evidenziale – si tratta di azioni concrete tese a garantire la sicurezza che devono però essere sfruttate». Il presidente del Co. Co. Pro. dell’Inail Clemente Di Rosa sottolinea l’importanza della presenza dell’Istituto alla Fiera agricola. «La direttrice ha subito raccolto la mia sollecitazione a partecipare all’evento – ha precisato Di Rosa – Abbiamo dato un segnale importante di vicinanza al mondo agricolo che si è ritrovato in questi giorni all’A1 Expò. L’Istituto è impegnato infatti in diverse iniziative a sostegno del comparto oltre che in progetti tesi a tutelare la sicurezza dei lavoratori». Oltre alla direttrice Iovino e al presidente del Co.Co. Pro. Di Rosa hanno partecipato ai lavori il responsabile prevenzione dell’Inail di Caserta Mario Vitalone e Paolo D’Onofrio, tecnico Ctss della sede Inail di Napoli, i segretari di Cgil, Cisl e Uil Sonia Oliviero, Giovanni Letizia e Pietro Pettrone e i responsabili delle organizzazioni agricole Coldiretti, Cia, Confagricoltura, Copagri Francesco D’Amore, Filomena Sparano, Tommaso Picone e Salvatore Ciardiello.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments