NAPOLI – Si è conclusa oggi presso l’Istituto Comprensivo Pertini – Don Guanella di Napoli la prima tappa del progetto “Scholas Cittadinanza, la comunità che sogniamo”, realizzato dall’Organizzazione Pontificia Scholas Occurrentes in partenariato con il Comune di Napoli.

Un ricco percorso della durata di tre giorni, in cui sono stati coinvolti in attività di educazione basate sui linguaggi pedagogici del pensiero creativo, dell’arte e del gioco oltre 100 studentesse e studenti degli Istituti Comprensivi Pertini – Don Guanella, Russo – Montale, Radice – Sanzio – Ammaturo, Bonghi e Caro – Berlingeri – Pascoli 2.

Un momento in cui i ragazzi hanno potuto raccontare i loro sogni, che diventeranno spunto di progetti futuri.

“Ci siamo sentiti a casa, perché per noi la scuola è come una casa.” Così apre i saluti alla platea intervenuta oggi, Maria Paz Jurado, coordinatrice internazionale della Fondazione Pontificia Scholas Occurrentes, venuta a Napoli per seguire personalmente il progetto insieme a Ezequiel Del Corral, responsabile internazionale progetti educativi e artistici, alla coordinatrice Italia Mjriam Palazzo e al coordinatore internazionale progetti sport, Mario del Verme.

“Abbiamo vissuto una grandissima emozione, grazie alle attività laboratoriali del progetto Scholas che hanno coinvolto e segnato positivamente i ragazzi e tutto il corpo docente”, commenta Tania Vece, Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo Pertini – Don Guanella.

“Siamo partner di Scholas in questo progetto che renderà Napoli la prima città educante in Italia, permettendo ai ragazzi di essere parte attiva di un percorso sociale dal forte impatto”, commenta l’Assessore all’Istruzione e alle Famiglie del Comune di Napoli, Maura Striano, intervenuta all’evento di chiusura.

Molto importante è stato il ruolo di aziende ed imprenditori Napoletani che hanno materialmente sostenuto la realizzazione del progetto e che hanno presenziato alla chiusura dei lavori, raccogliendo il ringraziamento dei ragazzi e dei docenti. Tra questi, Giusi Piccolo, titolare Supermercati Piccolo, Luigi Bracciano, responsabile marketing del gruppo Idea Bellezza e Giovanni Vaio, titolare dell’azienda Btinkeeng. Questa tappa, che rientra nel più ampio progetto “NAPOLI CITTA’ EDUCATIVA”, è stata realizzata grazie al contributo di Carpisa – Yamamay, Idea Bellezza, Supermercati Piccolo, Btinkeeng e Cattedrale di Napoli. In segno di ricordo e di legame con la scuola, è stato piantumato un ulivo donato dalla Fondazione all’Istituto Scolastico che riceverà nei prossimi giorni anche una targa benedetta da Papa Francesco

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments