NAPOLI– La commissione Ambiente, presieduta da Marco Gaudini, ha incontrato oggi diversi consiglieri dell’Ottava Municipalità (Piscinola, Marianella, Chiaiano, Scampia) per discutere del problema dello sversamento abusivo di rifiuti in particolare aree, come Via Roma verso Scampia. Sono intervenuti, per Asia, Gianfranco Iodice e Gianni Giancola e l’Assistente Capo Paolo Doria della Polizia Locale – Tutela Ambientale. Nell’introdurre la riunione, il presidente Gaudini ha espresso solidarietà agli agenti della Polizia Locale aggrediti nei giorni scorsi in Via Cilea.

Dai venti ai trenta quintali giornalieri di rifiuti sversati abusivamente in Via Roma verso Scampia, una vera e propria emergenza connessa, da una parte, alla prossimità dell’area con comuni nei quali è in vigore la raccolta differenziata porta a porta – dai quali molti residenti e operatori economici si recano a Napoli per conferire illegalmente i rifiuti – e dall’altra, dall’esigenza di implementare la raccolta da parte di Asia ed i controlli da parte della Polizia Locale.
E’ quanto emerso dal confronto svolto oggi nella commissione guidata da Marco Gaudini, richiesto dai consiglieri municipali Claudio Di Pietro e Mirko Capuano, nel tentativo di fornire risposte concrete al territorio. Claudio Di Pietro ha infatti evidenziato che il problema dell’accumulo di rifiuti in Via Roma verso Scampia si è reso particolarmente palese da quando, negli ultimi mesi, il prelievo da parte di Asia ha subito notevoli rallentamenti, generando cumuli che raggiungono i 13 metri di altezza, mentre Mirko Capuano ha suggerito che la tendenza negativa sul territorio si può invertire solo con l’installazione di telecamere e controlli stabili. Anche il consigliere Ciro Esposito ha richiesto presidi frequenti dell’area come deterrente contro gli sversamenti illeciti, non trascurando le aree mercatali della Municipalità dove pure si registrano notevoli disagi. Il consigliere Giovanni Tammaro ha invece ricordato che anche Via Cimitero, una vera e propria periferia nella periferia, è una discarica a cielo aperto pericolosa, dove peraltro i trasgressori hanno facile via di fuga verso l’Asse Mediano. Per l’Assessore all’Igiene urbana dell’Ottava, Giovanni Pagano, bisogna puntare su un potenziamento degli interventi nelle aree periferiche della città, con una calendarizzazione ed una serie di misure d’impatto, capaci di produrre risultati anche in altre aree sensibili, come Via Mugnano- Marianella e Via Comunale Margherita.
Quella descritta è una fotografia reale di una situazione effettivamente critica, ha spiegato Gianni Giancola, responsabile di Asia per l’Ottava Municipalità. Bisogna tuttavia risolvere a monte il problema, non solo con le telecamere, ma con una presenza forte, sia di Asia che della Polizia Locale, per riuscire a cogliere in flagranza i trasgressori. Per Gianfranco Iodice, responsabile dei Servizi Territoriali di Asia, il problema si risolverà solo con l’eliminazione definitiva delle attrezzature nelle aree di confine e con l’avvio della raccolta porta a porta anche nella zona di Via Roma verso Scampia. Paolo Doria, della U.O. Tutela Ambientale della Polizia Locale, ha ricordato che negli ultimi mesi sono state poste sotto sequestro quattro aziende nell’area di Cupa Arianova, che pure sversavano rifiuti abusivamente in Via Roma.
Per il presidente Gaudini è necessaria una decisa azione di contrasto, da concordare con la U.O. Tutela Ambientale e con Asia: entro qualche giorno verrà quindi predisposto un programma di interventi mirati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments