NAPOLI – «Investire sul turismo culturale è una delle chiavi per far sì che l’Italia resti competitiva. Da questo punto di vista, l’innovativo progetto di collaborazione fra il più grande gruppo crocieristico italiano e il Museo-Real Bosco di Capodimonte, evidenzia come la scelta di accorpare beni culturali e turismo sotto un’unica cabina di regia si stia dimostrando vincente».

Con queste parole il Sottosegretario ai Beni culturali e al Turismo, Antimo Cesaro, è intervenuto oggi alla conferenza stampa di presentazione del progetto che vede coinvolti Costa Crociere, Museo e Real Bosco, nell’offrire ai crocieristi che fanno scalo nella Stazione Marittima di Napoli, tour guidati presso il sito di Capodimonte.«L’iniziativa messa in campo è una risposta intelligente, da un lato, alla necessità di incrementare l’afflusso di visitatori nazionali ed internazionali al Museo e al Real Bosco. Dall’altro lato, offrirà un servizio a quanti vorranno avvicinarsi ad una delle più preziose pinacoteche d’Europa e al Bosco, patrimonio Unesco per le sue varietà botaniche. È il rapporto di ‘interdipendenza positiva’ fra i vari stakeholder coinvolti in questo progetto che ne garantirà il successo: territorio e fruitori vengono così posti al centro di un’azione di governance partecipata, frutto di una visione condivisa di sviluppo del territorio» – ha evidenziato Cesaro.«Il nostro patrimonio culturale e la nostra capacità di tutela e valorizzazione svolgono un ruolo di primo piano nella definizione della posizione dell’Italia nel mondo. E risulta evidente che quando si attiva una virtuosa sinergia pubblico-privato in grado di fare rete, è l’intero sistema Paese a beneficiarne» – ha concluso il Sottosegretario.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments